Commenta

AC Crema batte
Mapellobonate. Montanini:
'La migliore partita'

AC Crema vince sul campo del Mapellobonate 1-0 e si assicura tre punti preziosi che portano i nerobianchi a meno uno dalla primatista Villa D’Almè.

Prestazione da incorniciare per i cremini che agguantano il vantaggio al 7’ del primo tempo con una bordata di Capelloni che tocca la traversa e ribalza in rete. Crema avanti di un gol che viene seguito da tre occasioni importanti che potrebbero sfociare nel raddoppio. Ma i nerobianchi sprecano e al 26’ rischiano di essere beffati dall’attaccante del Mapello Tripepi. Sono rari i momenti in cui i bergamaschi diventano davvero pericolosi. La difesa del Crema, grazie al rientro di Diego Tognassi, ha guadagnato in solidità e in capacità di costruzione del gioco. Due miracoli di Alvigini impediscono ai bergamaschi di pareggiare mentre Marrazzo è vicinissimo alla rete con un tiro a girare che supera di poco l’incrocio. Il primo tempo si chiude con una prodezza di Nardi che effettua una serie impressionante di dribbling sulla fascia sinistra, passa a Zenga che lotta con i difensori avversari e non riesce a concludere.

Ottimi i cambi della seconda frazione che portano freschezza atletica. Entrano a metà inoltrata del secondo tempo Davini, Gomez e Cantoni. E’ sopratutto il primo a chiudere bene in fase difensiva e a servire con continuità un Nardi che ha ripetutamente condotto incursioni pericolose sulla fascia sinistra e si è meritatamente guadagnato il titolo di migliore in campo.  Ma ecco le azioni decisive. Irruzione di un tonico Sorti all’8’, passaggio a Marrazzo che tira in porta ma Gritti si oppone. Al 23’ altra occasione decisiva per l’attaccante nerobianco. Al 25’ parata straordinaria di Alvigini mentre al 30’ Zenga lancia Nardi che salta nuovamente l’uomo e decide di mettere al centro dell’area avversaria invece di provare la soluzione autonoma. Ma non c’è nessun giocatore del Crema pronto ad approfittarne. Intanto gli scontri fisici iniziano a farsi molto duri. I bergamaschi sanno che si sta avvicinando la fine del match. Ammoniti il capitano del Crema Pedrocca e un difensore del Mapello. Il cronometro procede inesorabile e dopo i 4 minuti di recupero l’arbitro Matteo Gendamo decreta la fine della partita. Il Crema non subisce gol e resta imbattuto. Unica squadra del girone B insieme al Brugherio.

MISTER MONTANINI: «ORA LA COPPA ITALIA»

“E’ stata indubbiamente la migliore partita che abbiamo disputato finora – ha detto mister Montanini al termine del mach – e posso dire di avere visto una squadra più matura sotto il profilo del gioco. Mi è piaciuto l’atteggiamento. Sono scesi in campo per vincere e dopo il gol hanno tenuto duro fino alla fine. Il risultato del novantesimo non rispecchia quello che è accaduto durante la partita. In difesa abbiamo lavorato molto. Era un punto sul quale dovevamo migliorare e l’abbiamo fatto. Tognassi è rientrato alla grande. In attacco abbiamo avuto molto occasioni ma abbiamo sbagliato troppo. Non mi stupisce la vittoria del Brugherio contro il Villa D’Almè. Ci hanno messo in difficoltà nel match di esordio e abbiamo agguantato un pareggio sofferto. Un’ottima squadra. Ora dobbiamo metterci al lavoro per la partita di mercoledì in Coppa Italia contro la Romanese. Gara unica. E vogliamo vincere”.

MATTIA NARDI, MIGLIORE IN CAMPO

“Una giornata importante – ha detto Mattia Nardi – e sono soddisfatto perché sono riuscito ad esprimere un buon gioco. Ma l’importante è che abbiamo vinto. La squadra ha dimostrato di essere solida in ogni reparto. La rosa è ampia. Tutti possono giocare da titolare. E questo ci spinge a dare il massimo”.

© Riproduzione riservata
Commenti