Commenta

A Pandino una mostra
di Lorenzo Zoppolato
nelle sale del castello

Le sale superiori del Castello di Pandino inaugurano il nuovo allestimento degli spazi espositivi con una mostra personale del fotografo Lorenzo Zoppolato.

Dall’8 ottobre al 6 novembre sarà possibile vedere questi ambienti sotto una nuova luce: tra gli affreschi del trecento verrà sviluppato un tema senza età, quello della vita e della festa, della morte e del lutto, raccontato in questo caso tramite un percorso di immagini. Le fotografie sono state scattate in Sicilia, a Trapani, durante la processione della Settimana Santa chiamata Misteri.

Quest’ultima si ripete ogni Venerdì Santo da quattrocento anni mantenendo intatto il suo valore spirituale e il suo profondo legame con la città, dove rituali antichi del passato e gesti del presente si mescolano, diventando il fragile legame di una società altrimenti divisa tra antico e moderno.
La raccolta invita ad interrogarsi, è un viaggio alla scoperta di qualcosa che completa se stessi, una metafora della vita. Il tempo qui non è più una costante, si ferma del tutto o scorre veloce, a seconda della rapidità dei nostri pensieri, e delle sensazioni interiori che vengono suscitate. Non solo immagini queste, ma un’occasione per guardare dentro noi stessi attraverso lo specchio messo a disposizione dall’autore di queste inaspettate fotografie.

Zoppolato nasce nel marzo del 1990, vive e lavora come fotografo tra Udine e Milano.
Nel 2014 vince una borsa di studio per il master in “Photography e Visual Design” presso la Nuova Accademia delle Belle Arti di Milano. Successivamente nel 2015 espone allo SpazioForma di Milano il progetto “Expoland” con il quale si interroga sulla natura di Expo Milano 2015.
Nel settembre nel 2015 si aggiudica il primo premio nella manifestazione “Foto Confronti”, accedendo così alle finali del concorso “Portfolio Italia” che premia i migliori portfolio Italiani del 2015. Nell’ottobre del 2015 rientra tra i finalisti del concorso internazionale LensCulture “Street Photography Awards 2015” con il progetto “A whisper from Sicily”. Nel novembre del 2015 vince il primo premio “Black&White Photographer of the year” nella “Emerging Talent Category”.
Ottobre 2015, vince il secondo premio alle finali italiane di “Portfolio Italia” ed espone presso il Centro Italiano delle Fotografia d’autore.
La mostra è organizzata dalla Cooperativa Arteventi di Udine, con il patrocinio del Comune di Pandino.

© Riproduzione riservata
Commenti