Commenta

Autoguidovie: utenti soddisfatti
per cortesia, sicurezza del viaggio
e informazione del servizio

Ogni anno, maggio è il mese in cui le aziende che eserciscono i servizi di trasporto pubblico
nel bacino cremonese si confrontano con i giudizi dei clienti, attraverso un’indagine a bordo dei
bus e alle fermate effettuata da un’azienda specializzata, come previsto dal contratto di servizio.

L’indagine, svolta in accordo all’obbligo contrattuale di verificare periodicamente la soddisfazione dei clienti, registra in scala da 1 a 10 il gradimento del servizio nel complesso e su alcuni parametri specifici, come regolarità, pulizia, sicurezza, informazioni e cortesia del personale oltre a raccogliere gli aspetti più rilevanti per la customer experience del passeggero e le principali aspettative di miglioramento.

Sono stati intervistati oltre duemila clienti, ripartiti tra rispettivamente in 826 per l’azienda “KM Spa”, 278 per le aziende “Star” e “Line Spa” e 1.063 di “Autoguidovie”.

Lo scorso 2 agosto l’azienda specializzata ha presentato a Cremona all’agenzia di bacino del trasporto pubblico, agli Enti e alle aziende i risultati dell’indagine. E’ stato un momento di conferme e di rinnovati impegni per tutti.

Gli utenti cremonesi del trasporto pubblico su gomma sono soddisfatti, con un voto medio pari a 7.7  per i servizi di linea e pari a 9 per i servizi a chiamata. I servizi a chiamata restano quindi un’eccellenza, in particolare grazie alla cortesia del personale.

Entrando nel dettaglio: sicurezza del viaggio, diffusione delle informazione e cortesia del personale sono gli aspetti con il maggior gradimento, con un giudizio oltre 8, invece il voto più basso, 7.6, va alla convenienza economica del servizio. Non mancano gli elementi di attenzione, che trovano riscontro in quanto già indagato negli anni precedenti, in primis la puntualità. Serviranno interventi infrastrutturali da parte degli Enti con corsie riservate, la verifica degli orari programmati dalle imprese attraverso i dati raccolti con l’Avm e un sistema efficace di informazione sui ritardi. Anche la pulizia, seppur raccolga un giudizio medio pari ad 8, resta un tema caldo per gli utenti, su cui le imprese si sono impegnate a non abbassare la guardia. Infine i cittadini parlano di “insufficienza del numero di corse”, a memoria che la fidelizzazione del clienti del trasporto pubblico passa da un servizio di qualità ma ovviamente anche da un livello di servizio sempre più importante.

Aumentano quindi le esigenza, sulle quali Enti e imprese intendono costruire un rapporto per crescere e soddisfare insieme i bisogni. Il trasporto pubblico locale su gomma nel bacino Cremonese mostra anche attraverso i sondaggi di sapersi adeguare alle necessità della maggioranza della clientela, anche nei momenti di scarsità e inadeguatezza delle risorse disponibili.

 

© Riproduzione riservata
Commenti