Ultim'ora
Commenta

Maggiori controlli al Campo
di Marte. Carabinieri e polizia
locale intervenuti questa mattina

foto n.4 controllo campo di marte 20.08.16 panchina senza tossiciLa situazione di degrado sociale che si registra ormai da molto tempo al Campo di Marte sembra essere oggetto di un’attenzione più intensa da parte delle Forze dell’ordine cittadine.

I soggetti che da sempre sostano sulle panchine, bivaccando per ore e, in barba al regolamento, consumano smodatamente sostanze tossiche e alcoliche, sono stati controllati questa mattina dai militari del Comando di Crema.

“I recenti gravi episodi occorsi al parco Campo di Marte di Crema hanno richiesto una maggiore e costante presenza delle Forze dell’ordine – ha spiegato il capitano Giancarlo Carraro – al fine di prevenire e contrastare questi soggetti, i foto n.2 controllo campo di marte 20.08.16 identificazione proprietario cane aggressorecui comportamenti trascendono  in comportamenti violenti o molesti nei confronti dei cittadini comuni che sono così costretti a disertare quella zona di verde pubblico”.

“Per ristabilire la civile e sana convivenza, questa mattina, è stato svolto un altro mirato servizio con l’impiego di più pattuglie dei carabinieri con il supporto della polizia locale – ha proseguito Carraro – Sono stati identificati diversi pregiudicati tossicodipendenti che spesso sostano in loco poiché poco distante è presente il Sert, dove vanno quotidianamente ad assumere la terapia farmacologica, per poi rimanere nei giardini per diverse ore, magari in compagnia di alcuni cani randagi”.

Infatti, durante il controllo, uno dei soggetti identificati aveva con sé due cani, uno dei quali è sfuggito al guinzaglio del padrone e ha aggredito una donna di passaggio, mordendola alla gamba. I carabinieri sono intervenuti, allontanando l’animale e hanno poi consigliato alla passante di recarsi al pronto soccorso per sottoporsi a un’eventuale terapia antirabica. Identificato, il proprietario del cane è stato multato per mancata custodia dell’animale che, oltretutto, era sprovvisto di microchip.

Tutti i soggetti identificati dai carabinieri sono stati allontanati dalle panchine ed è stato detto loro di non ripresentarsi al parco. “Durante le fasi della loro identificazione e allontanamento alcuni passanti hanno fornito delle attestazioni di stima nei confronti degli operanti, chiedendo maggiore e costante presenza in loco, che sicuramente avverrà per tutta l’estate con la collaborazione fattiva della polizia locale – ha concluso Carraro – Si rinnova l’invito alla comunità a segnalare alle  Forze dell’ordine, attraverso il 112, i comportamenti violenti e molesti che accadono per poter intervenire efficacemente”.

ab

© Riproduzione riservata
Commenti