Cronaca
Commenta

A Madignano 30 migranti per 3000 abitanti. Residenti: 'Non va bene'

A Madignano il problema migranti sembra diventato insostenibile. E “Cremona1” è andata a documentare la situazione.

“E’ un problema socio-sanitario e di sicurezza – ha spiegato Elena Festari, portavoce del comitato che si è costituito in paese – E la gente ha paura. Si farà fatica a gestirli”.

I quattro migranti già presenti a Madignano e gestiti dalla Caritas si sono inseriti perfettamente nella comunità: “Stanno imparando la lingua, vengono accompagnati a fare la spesa e sono già conosciuti qui. Quelli appena arrivati sono mal gestiti e non sono trattati da persone”. Effettivamente i richiedenti asilo giunti in paese sono tutti ragazzi tra i 20 e i 30 anni e sono stati stipati in uno stabile di circa 300 metri quadrati che, secondo i residenti, ha solo due servizi igienici.

“Madignano non è chiuso all’accoglienza – ha proseguito Festari – ma vogliamo aiutare persone che davvero ne abbiano bisogno, come donne, bambini e nuclei famigliari”.

Ieri sera, anche le telecamere del programma di Rete4 “Dalla vostra parte”, hanno effettuato un collegamento da Madignano per descrivere la situazione. “Non ne sapevano nulla – hanno protestato i residenti – nessuno ci ha avvisati e questa è solo un’opportunità economica per l’associazione che ha messo a disposizione lo stabile”.

Il clima resta indubbiamente teso e non sono da escludere nuove proteste da parte dei madignanesi, che già sabato scorso si erano trovati davanti il Comune, in oltre 80, per chiedere informazioni e trasparenza.

ab

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti