Commenta

Domani presidio
degli ambientalisti
alla 'Stogit'

Presidio pacifico domani, 6 agosto, dalle 10.30 alle 12.30, davanti la sede della “Stogit”, organizzato dal “Coordinamento comitati ambientalisti Lombardia”.

A fronte delle indagini sugli scandali “Panama Papers” (Espresso n. 31 del 4 agosto 2016 “Mega tangenti ENI – mazzetta da 1,5 miliardi di Dollari per politici algerini e nigeriani”); del prestito “Bei” (Banca Europea degli investimenti) di 238 milioni di Euro a Stogit” per realizzare lo stoccaggio di Bordolano; e dell’accordo compensazione economico ambientale di 2,8 milioni di Euro una tantum del 07/05/2009 di Stogit a Provincia di Cremona e Comune di Bordolano, si vuole rivendicare:

1) informazione e trasparenza (mancate) su Work Over e nuova trivellazione al “Cluster B” della centrale Stogit del nuovo pozzo “Bordolano 1dir-A” con HH220 di Drylling spa;
2) situazione monitoraggio sismico 1 anno continuato prima attivazione centrale stoccaggio ante-operam (Prov.Dir 18804 del 08-08-2013 Min.Amb. e Decisione 14583 del 16-05-2014 Min. Amb.; Linee Guida 24-11-2014; workshop “Sismicità indotta” Roma 12 giugno 2015);
3) potenziamento sistema sirene di allarme alla centrale, al Cluster A, al Cluster B, dell’impianto Stogit di Bordolano;
4) attuazione Direttiva Seveso con Piani di Emergenza Esterni per impianti a rischio incidente rilevante (come gli stoccaggi di metano) oggi non presenti per Sergnano, Ripalta Cremasca, Settal, Brugherio, Bordolano;
5) mitigazione visiva impianti stoccaggio Bordolano da S.P. 25 verso la centrale;
6) recupero del dovuto a imprenditori privati (agriturismo “La Corte dei Semplici”-Bordolano) per servizio alloggio effettuato negli anni 2014-2015 per dipendenti società Streicher costruttrice centrale stoccaggio (su commissione Stogit) e a oggi non ancora saldato per 5.800 Euro.

Si chiede incontro con Direttore Stogit Crema.

Coordinamento Comitati Ambientalisti Lombardia

© Riproduzione riservata
Commenti