Commenta

Maxi sequestro di droga:
in manette per spaccio
il gestore di un locale

I carabinieri hanno arrestato B.E., 28enne albanese residente a Crema, gestore di un bar di Romanengo, e sequestrato tre chili e mezzo di marijuana e quasi mezzo chilo di cocaina. Irruzione all'interno del locale.

La scorsa notte i carabinieri hanno arrestato B.E., 28enne albanese residente a Crema, gestore di un bar a Romanengo. Durante un servizio di osservazione effettuato nella tarda serata di ieri nei pressi del locale, i militari hanno appurato che l’uomo si stava rendendo responsabile dello spaccio di due dosi di cocaina del peso di 0,5 grammi ciascuna, in favore di un barista lodigiano di 36 anni e di un operaio cremasco di 32. E’ quindi scattata l’irruzione dei carabinieri all’interno del locale e la perquisizione personale anche sul gestore, al quale è stato sequestrato un altro involucro di 1,5 grammi di coca, più 2,700 euro in contanti ritenuti provento dell’attività illecita e due telefoni cellulari. Durante la perquisizione domiciliare sono stati trovati altri 470 grammi di cocaina suddivisi in cinque involucri ed un grosso sacco in cui erano nascosti dieci involucri di plastica sottovuoto contenenti 3,5 chili di marijuana, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. L’uomo è stato arrestato e condotto nel carcere di Cremona, mentre gli acquirenti sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori. Ad uno di loro è anche stata ritirata la patente.

© Riproduzione riservata
Commenti