Commenta

Piazza Fulcheria, il
recupero vien giocando

Piazza Fulcheria, l'inaugurazione

Nascondino, calcio, lancio del peso; poi ciclismo, sci e corsa. Sono solo alcune delle attività e dei giochi scolpiti in piazza Fulcheria a Crema nuova, in un gioco dell’oca che ricalca il tema di Crema città europea dello sport. L’hanno inaugurato stamani centinaia di bambini delle scuole primarie Braguti e di Crema Nuova, assieme all’assessore Saltini, al consigliere Della Frera e ai commercianti della piazza.

Ogni particolare dell’opera – forgiata dallo scalpellino Mauro Graziotti, dell’Animum ludendo coles – deriva dai 107 disegni realizzati dagli alunni della primaria in occasione di una ricerca sugli sport e sui giochi di un tempo. Oltre ai disegni, il lavoro di approfondimento ha impegnato bambini e bambine in alcune interviste, alla scoperta dei divertimenti dei ragazzi e delle ragazze di qualche decennio fa.

Il gioco dell'oca, versione sportiva

Il gioco dell’oca, versione sportiva

Tutto ciò rientra nell’intervento di riqualificazione stimolato dall’amministrazione. “Vogliamo inaugurare la nuova piazza arricchendola di un nuovo gioco – ha spiegato l’assessore Morena Saltini – affinché possa tornare ad essere vissuta. A breve, inoltre, tornerà in funzione la fontana”. Ma le sorprese non finiscono qua, perché a settembre è prevista la riqualificazione di piazza Manziana a San Carlo.

“Per noi il parolone difficile riqualificazione di piazza Fulcheria significava soltanto disegnare e provare giochi di strada – ha spiegato Aziz Della Frera, della 4/B delle Braguti – che bello!, un progetto dove invece di lavorare si gioca. È stato interessante scoprire, attraverso le letture e le interviste agli uomini del passato, i giochi di allora. Alcuni ci attirano ancora molto: il gioco dell’oca, i cervi volanti (cioè gli aquiloni), campana, il gioco del cerchio… Ci rivedremo all’inizio del prossimo anno scolastico, in piazza Manziana”.

Un momento dell'inaugurazione

Un momento dell’inaugurazione

Molto soddisfatto dell’iniziativa anche Walter Della Frera, consigliere con delega allo Sport: “è splendido vedere una piazza gremita di bambini. Quest’anno siamo una delle Città europee dello sport, ma cosa significa fare sport? Significa giocare, fare movimento e divertirsi. Uscire all’aria aperta e fare attività fisica, e curare la propria alimentazione, è il primo modo per evitare di ammalarsi da grandi”.

Alla fine dell’inaugurazione, intervallo per tutti con focacce e pizzette offerte dai commercianti della piazza.

Stefano Zaninelli

© Riproduzione riservata
Commenti