Cronaca
Commenta

Mezzo chilo di hashish, in manette due stranieri

La droga e i soldi sequestrati

Con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio, ieri sera i carabinieri del Nucleo operativo di Crema hanno cinto le manette ai polsi a due stranieri di origine egiziana. Come disposto dalla Procura di Cremona, giacciono tuttora presso la camera di sicurezza, in attesa della convocazione a giudizio prevista questa mattina.

L’arresto è l’atto finale di un’operazione sviluppata in più settimane. Tutto è cominciato con una confidenza ricevuta dai militari dell’Arma, secondo la quale i due egiziani erano in possesso di grossi quantitativi di droga, destinata agli studenti del Cremasco. La merce arrivava da Milano, dove i due stranieri si dirigevano spesso in treno, per poi muoversi in libertà a Crema a bordo di semplici biciclette.

Carabinieri alla stazione di Crema
Carabinieri alla stazione di Crema

L’investigazione si è dapprima concentrata sull’osservazione dei due sospettati e dei movimenti nella zona della stazione ferroviaria cremasca. Una volta identificati, le indagini sono approdate dalla fase successiva. Ieri pomeriggio, attorno alle ore 15, i militari si sono appostati in stazione, dove hanno scorto i due egiziani scendere dal treno e, con fare guardino, dirigersi verso le rastrelliere, per poi inforcare le biciclette in direzione Ombriano.

Decisi a controllare i sospettati, i militari dell’Arma sono entrati in azione: due carabinieri in uniforme hanno tentato di tagliargli la strada. Vedendosi scoperti i due sospettati hanno cercato di sbarazzarsi delle biciclette per scappare a piedi, ma l’intervento di una seconda pattuglia di carabinieri ha bloccato sul nascere ogni tentativo di fuga. La perquisizione personale ha permesso alle forze dell’ordine di rinvenire 5 panette di hashish, per un peso complessivo di 500 grami, oltre a 150 euro – ritenuti provento di attività illecita. Tanto è bastato per dichiarare in stato d’arresto i due trentenni stranieri.

“Negli ultimi mesi – osserva Giancarlo Carraro, capitano della Compagnia dei carabinieri di Crema – sono stati diversi i sequestri ingenti di droga, trovata spesso in possesso di stranieri nullafacenti, sintomo che la richiesta è aumentata ed in particolare di hashish destinata ai giovani cremaschi. La lotta al contrasto del fenomeno, tuttavia, non si attenua, impiegando anche i reparti speciali dell’Arma dei carabinieri (cinofili)”.

© Riproduzione riservata
Commenti