Commenta

“Il macello”, la compagnia
del San Domenico
onora Brecht

I presenti in conferenza stampa

Onorare Bertold Brecht così com’è (stato), senza ammodernamenti né rivisitazioni di alcun tipo. Questo il compito che la compagnia del Teatro San Domenico s’è data, decidendo di portare in scena il 30 aprile lo spettacolo Il macello. La rappresentazione – diretta dal regista Pietro Arrigoni – si inserisce nel calendario degli eventi di Cremainscena 2016.

L’opera è tratta dal libro omonimo scritto dal giornalista Alessandro Massini Innocenti. “La storia – spiegano i referenti della compagnia – si colloca in una distopia del denaro, in una città immaginaria, Kom City. Qui si sviluppano esistenze miserabili e routiniane, soggiogate dalla meschinità dei poteri forti e dalla colpevole inerzia di chi potrebbe, e forse dovrebbe, ribellarsi”. Si tratta dello stesso leit-motiv che guida Santa Giovanna dei Macelli, l’opera di Brecht, ancora oggi molto attuale.

Lo spettacolo della compagnia cremasca è al suo debutto nazionale. Avrà inizio alle ore 21 presso il teatro San Domenico di piazza Trento e Trieste. La scenografia è stata curata da Arianna Delgado, dell’Hdemia di Belle Arti Santa Giulia di Brescia. Gli abiti indossati dagli attori sono stati concessi dalla casa di moda tedesca Strenesse. La presentazione è avvenuta stamani presso la sala riunioni della fondazione San Domenico in via Verdelli.

© Riproduzione riservata
Commenti