Commenta

Pane in piazza, tutto pronto
per l’undicesima edizione

Pane in piazza, la conferenza di presentazione

Undicesima edizione, ventidue anni di storia: Pane in piazza, la manifestazione organizzata dall’Ascom Crema in collaborazione con il Gruppo panificatori del Cremasco e Parmalat, si prepara a tornare ad ingolosire piazza Duomo. L’edizione 2016 è stata presentata stamattina presso la sede dell’associazione di categoria; alla conferenza ha preso parte anche il sindaco Stefania Bonaldi, con l’assessore al Commercio Morena Saltini e il consigliere con delega allo Sport Walter Della Frera.

Partiamo dai contenuti: dal 22 al 27 aprile piazza Duomo ospiterà la classica tensostruttura della manifestazione, dove verranno allestite attrezzature e macchinari per la produzione e distribuzioni di prodotti panificati. Durante le cinque giornate circa un centinaio di studenti dello Sraffa si alterneranno a dar man forte ai panificatori. Non mancheranno gli spazi dedicati all’arte, con l’esposizione di opere d’arte panificate, quest’anno a tema Crema città europea dello sport.

Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

Molto orgoglioso del traguardo raggiunto il presidente dell’Ascom Crema, Antonio Zaninelli: “Siamo arrivati – ha commentato – all’undicesima edizione in 22 anni di una manifestazione che nell’ultima dècade anni ha permesso di distribuire oltre 100 mila euro in beneficenza”. Dello stesso avviso anche Sergio Mussi, presidente del Gruppo panificatori: “Pane in piazza è nata in Ascom per fare beneficenza e far tornare la gente a mangiare pane fresco. Teniamo duro, per dire ai bambini che il pane fresco è meglio delle merendine confezionate”.

Per il sindaco Bonaldi il pane “è anche uno dei simboli della nostra quotidianità: rappresenta l’incontro con le altre persone ogni mattina quando andiamo dal panettiere. Chi commercia al dettaglio svolge una funzione sociale che ancora oggi persiste. Anche per questo la città vede con grandissimo affetto la manifestazione e il lavoro dei panificatori, nel loro sforzo quotidiano di richiamarci alle radici della nostra cultura e facendo beneficenza. Noi, come amministrazione, ci siamo e vi sosteniamo”.

Pane in piazza ha ricevuto il plauso dell’assessore Saltini, che ne ha esaltato “la capacità di unire molti aspetti differenti: dalla valorizzazione del prodotto alla didattica agli studenti, passando per la solidarietà. Non è un caso avesse avuto patrocinio di Expo”. In conclusione, Walter Della Frera ha messo l’accento sul ruolo del pane nella dieta mediterranea, elemento importante e sano a differenza di alcuni prodotti confezionati che spesso contengono grandi quantità di grassi deidrogenati.

Stefano Zaninelli

© Riproduzione riservata
Commenti