Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Agrihabitat, torna la sinergia tra istituto Sraffa e Loghetto

Dietro ai fornelli, sul bancone a tirare la pasta o ad impiattare il pranzo, alcuni ragazzi dell’istituto Sraffa hanno dato un primo assaggio a tutto ciò che ogni giorno succede nella cucina dell’Agriturismo Casina Loghetto. Si tratta del progetto Agrihabitat, ideato negli anni scorsi dall’istituto di via Piacenza e riproposto anche quest’anno.

Protagonisti del corso sono un gruppo di ragazzi diversamente abili del’istituto Sraffa. Affiancati dai docenti di sostegno e con l’aiuto del personale del Loghetto, i ragazzi hanno la possibilità di cimentarsi nella preparazione di alcuni piatti, dalle pietanze tipiche del territorio, ai dolci. Si tratta, in tutto, di 8 lezioni in cucina, con tanto di visite alla fattoria didattica dell’agriturismo.

L’iniziativa è totalmente finanziata dall’istituto Sraffa e curata da un gruppo di docenti coordinate dalla referente Rosanna Rusconi; tutte le attività sono supportate a livello operativo dalla titolare della Cascina Loghetto, Anna Maria Mariani, oltreché delle volontarie che, come ogni anno, non hanno fatto mancare la loro presenza. Alla lezione di lunedì 4 aprile ha preso parte anche l’assessore Matteo Piloni.

“Si tratta di una bellissima iniziativa – ha dichiarato quest’ultimo – un’occasione di crescita, perché consente a questi ragazzi di sentirsi parte di un gruppo e un’occasione per imparare un mestiere, sottolineando che non ci sono limiti. Questi ragazzi stanno preparando il pranzo: noi dobbiamo imparare da loro, e da quanto sta facendo con questi ragazzi l’istituto Sraffa, scuola che da anni porta avanti questo bellissimo progetto e tante altre iniziative”. Non è escluso che negli anni a venire il progetto possa beneficiare del contributo del Comune – com’è stato in passato – ovviamente bilancio permettendo.

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.