Commenta

Auto sospetta, chiama
la polizia: sventati furti
in appartamento

La collaborazione tra cittadini e Polizia di Stato ancora una volta ha dato i suoi frutti. L’ultimo episodio risale a ieri mattina – lunedì 4 febbraio – quando la segnalazione di un cittadino ha permesso agli agenti del Commissariato di sventare furti in appartamento e consegnare agli uffici competenti i malintenzionati colti in flagrante.

Fondamentale è stata la chiamata di un residente di San Carlo, nella quale ha riferito di aver avvistato una vettura sospetta. Da via Macallé è stata inviata una pattuglia, che giunta sul luogo ha individuato una persona impegnata al telefono nei pressi del campo dal calcio e, poco distante, una vecchia Renault con targa francese.

Dalle domande degli agenti, l’uomo – di origine georgiana, come appurato dai documenti – è risultato essere il conducente della Renault. Pensando si potesse trattare del palo di una banda di topi d’appartamento, gli agenti si sono precipitati in una delle palazzine, dove sul pianerottolo hanno trovato i due complici del georgiano bloccato poco prima.

Addosso ad uno dei due complici è stata rinvenuta una targhetta di plastica, utile a far scattare le porte blindate quando non chiuse a chiave; nella macchina utilizzata dalla banda è stato invece ritrovato spadino, utilizzato per forzare le serrature. Gli strumenti sono stati sequestrati dagli agenti e i 3 malviventi accompagnati in Commissariato, dov’è i rilievi segnaletici hanno messo in luce numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. Per questo i tre georgiani sono stati spediti a Cremona, a disposizione Ufficio Immigrazione della Questura.

© Riproduzione riservata
Commenti