Commenta

Stanghellini contro i “petalosi personaggi del blablabla di Crema”

Nella foto, Renato Stanghellini e Camillo Sartori.

Se la prende con quelli che definisce i “petalosi personaggi del blablabla di Crema”, Renato Stanghellini. Nelle mire del consigliere di Rifondazione finiscono “Agazzi, Beretta e i Cinque Stelle aggregati”, rei di “organizzare conferenze stampa solo per aver spazio e visibilità pur non avendo nulla da dire, ad eccezione delle critiche prima di conoscere il problema”.

In particolare si tratta del caso di Porta Ombriano, area in cui sono iniziati i lavori di riassetto. L’accusa rivolta ai consiglieri di minoranza è quella di criticare “senza conoscere la viabilità della zona e l’ingorgo che si generava il sabato o durante i giorni di mercato. Vivendoci, conosco molto bene la situazione – spiega Stanghellini – ma non mi sono mai permesso di criticare né tantomeno di indire conferenze stampa per queste momentanee criticità”.
Atra critica addebitata al conto della minoranza è quella della scarsa partecipazione: “vivere con l’amore per la propria città significa anche dare stimoli alla città stessa. Eppure non li ho mai visti costruire qualcosa per Crema. Oggi leggiamo del “disastro” dell’abbattimento di due vecchi pini per migliorare la sicurezza della viabilità, e quei consiglieri si ergono a paladini del verde pur non avendoli ma visti con in mano un badile o un rastrello né alle iniziative per tenere pulita la camminata lungo il Serio. E questo perché mentre gli altri lavorano – conclude Stanghellini – loro devono fare blablabla”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti