Commenta

Maxioperazione dei
carabinieri: 300
persone controllate

(foto di repertorio)

Tra le ore 14 e le ore 20 di mercoledì 24 gennaio il comando provinciale dei carabinieri di Cremona ha disposto una maxioperazione di controllo del territorio. Ammontano 222 le autovetture controllate, mentre sono state identificate complessivamente 299 persone, tra quelle fermate alla guida di veicoli, notate in atteggiamento sospetto nelle vie o negli esercizi commerciali.

L’intervento dell’Arma dei carabinieri ha coinvolto oltre 20 oltre pattuglie e diverse aliquote in abiti civili – con l’utilizzo di mezzi militari ed auto civetta – per garantire una maggiore sicurezza dei cittadini ed evitare la recrudescenza della “criminalità predatoria” e dei furti in nella ex provincia di Cremona. Tre gli obiettivi principali della maxioperazione, spiega il comando provinciale: “controllare le via di accesso di diversi centri urbani, creando una cinturazione tale da intercettare in ingresso e/o in uscita i soggetti potenzialmente dediti alla commissione di reati; far gravitare servizi visibili nelle area da vigilare, maggiormente colpite nell’ultimo periodo da azioni delittuose, con la finalità di prevenire la commissione di reati e rassicurare la popolazione; concentrare adeguata forza per procedere a controlli straordinari di esercizi pubblici o di luoghi frequentati da soggetti di interesse operativo”.

Oltre al gran numero di controlli effettuati nelle zone settentrionale, centrale e meridionale del territorio, l’intervento dei militari dell’arma ha portato alla denuncia di 7 persone, 5 delle quali italiane. Diversa la natura dei provvedimenti: detenzione stupefacenti ai fini di spaccio, porto abusivo armi e oggetti atti offesa, atti contrari alla pubblica decenza, guida in stato di ebbrezza alcolica, guida senza patente, guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, nonché quattro soggetti sono stati segnalati alla locale Prefettura quale assuntore sostanze stupefacenti.

Non sono mancanti anche i ritiri delle patenti (5 in tutto), e le contravvenzioni elevate per violazioni al Codice della strada. Per quanto concerne l’area cremasca, i carabinieri sono intervenuti in diversi casi: a Palazzo Pignano un cittadino italiano è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico  (sequestrato); a Spino d’Adda, un cittadino italiano è stato sorpreso in possesso di grammi 28 (ventotto) di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” (sequestrata); a Montodine un cittadino italiano è stato sorpreso a guidare l’auto con tasso alcolico pari quasi cinque volte superiore al limite consentito (patente ritirata); infine, a Dovera un cittadino italiano è stato sorpreso alla guida di autovettura sotto effetto di sostanze stupefacenti (patente ritirata).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti