Ultim'ora
Commenta

Formazione duale,
il Galilei al servizio
degli istituti cremaschi

Nella foto, alcuni dei partecipanti al progetto.

All’istituto Galilei l’alternanza scuola-lavoro si fa in classe. Più precisamente, si svolge nelle aule e nei laboratori degli istituti comprensivi Rita Levi Montalcini di Bagnolo e Luigi Chiesa di Spino d’Adda. “Il progetto ha preso avvio in questi giorni – ha introdotto la presentazione Angelo Bettinelli, dirigente dell’istituto cremasco – e permette ai nostri alunni delle classi quinte di spendere le competenze acquisite in istituti che necessitano di supporto tecnologico e informatico”.

PERCORSI – La Legge 107 del 2015 ha reso obbligatori i percorsi di alternanza scuola-lavoro per gli alunni di istituti tecnici e licei. Non fa eccezione l’istituto Galilei, dove gli studenti sono impegnati in percorsi di formazione duale in 20 aziende del territorio. A queste si aggiungono i 2 istituti comprensivi, “gravati da infrastrutture tecnologiche obsolete e problemi parzialmente irrisolti – ha dettagliato il vicepreside Davide Pagliarini – dove sono chiamati ad operare i nostri alunni; obiettivo finale, sarà la possibilità di svolgere tutoraggio in aula”.

PROGETTO – La prima fase del progetto è quasi ultimata: i ragazzi hanno realizzato un censimento delle strumentazioni e delle attrezzature esistenti, e delle condizioni in cui si trovano. Alcuni apparecchi hanno già subito piccole manutenzioni, mentre per altri sono stati abbozzati alcuni accorgimenti. Ultimo passo – quasi terminato – è l’uniformazioni dei software ad uno standard minimo per tutte le macchine. La seconda fase riguarderà invece un processo più delicato: la messa in sicurezza della rete informatica, compresa la parte web.

SVILUPPO – il progetto sta dando i suoi frutti. Emblematico è il caso della scuola primaria di Monte Cremasco, dove il metodo di lavoro è stato digitalizzato. Grazie alla collaborazione tra gli alunni del Galilei, l’animatrice digitale e insegnante Francesca Montana e il consulente informatico Donato Sanchirico, alunni e docenti possono ora lavorare in cloud – cioè online (brutalizzando il concetto); operazione, questa, più volte tentata negli anni scorsi ma mai portata a termine, soprattutto per la resistenza del personale.

BENEFICI – Grande la soddisfazione anche per Paola Orini, dirigente del’istituto comprensivo Rita Levi Montalcini: “per noi si tratta di una grande occasione, nata dalla vicinanza tra più istituti. Abbiamo colto al volo la disponibilità dell’istituto Galilei, che ci permetterà di dare uniformità ai nostri sistemi e di far partire la digitalizzazione in modo efficiente ed efficace. Non è escluso si possa pensare ad una collaborazione pluriennale: la convenzione arriva al 2020”. Nel futuro più prossimo è prevista l’implementazione del progetto con l’introduzione dell’utilizzo di app: un’ulteriore opportunità per la scuola, un nuovo banco di prova per gli studenti del Galilei.

Stefano Zaninelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti