Politica
Commenta

Ex scuola di CL,
il consigliere Lena
chiede chiarimenti

Chiarimenti: questo chiede Federico Lena, consigliere regionale della Lega Nord, prima di rispondere alla convocazione a Crema del prossimo 26 febbraio. All’ordine del giorno, la diatriba tra la Regione e il Comune di Crema in merito alla restituzione del milione di euro accordato, a suo tempo, alla fondazione Charis per la realizzazione del mai completato campus scolastico in viale Europa.

Il consigliere regionale parte da una domanda: “perché nel 2013 – chiede in una lettera indirizzata al sindaco Stefania Bonaldi – al primo intervento di Regione Lombardia la sua amministrazione non ha ritenuto di avvalersi dello strumento del ricorso, reso possibile dagli strumenti legislativi, entro 60 giorni?”. Come spiega Lena stesso nella lettera, “la mia posizione, in seno alla maggioranza, sostiene il governo di Regione Lombardia”. Questo anche per altri due motivi: nel corso dei colloqui tra l’amministrazione e Massimo Garavaglia, assessore regionale al Bilancio, “è stato spiegato che la strada intrapresa da Regione Lombardia per il recupero del milione di euro relativo alla vicenda è del tutto legittima (un atto dovuto) e secondo l’ufficio legale di Regione Lombardia una strada da seguire per evitare l’intervento della Corte dei Conti”. Inoltre, come sottolineato dal segretario generale del Comune, Caterina De Girolamo, “le azioni intraprese da Regione Lombardia siano legittime e soprattutto di come il ricorso avrebbe potuto bloccare le operazioni e non lasciar ingarbugliare ancora di più una situazione già difficile e dalle numerose sfumature”. Tutti nodi, questi, a cui il consigliere vorrebbe aver risposta prima di dare adesione alla riunione convocata dal sindaco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti