Cronaca
Commenta

Progetto Smile,
lo Sraffa apre
all’arrampicata

Si è tenuto presso la sede dell’istituto Sraffa il primo meeting transnazionale del progetto Smile – Slow down, Move your body, Improve your diet, Learn for life, and Enjoy school time – con la partecipazione di Dario Malchiodi, professore associato di informatica presso il Dipartimento di informatica della Statale di Milano ed il collega Mattia Monga, che vanta esperienze alla facoltà di scienze della comunicazione dell’università della Svizzera Italiana di Lugano, e al Politecnico di Milano.

Il meeting è servito a fare il punto si quanto finora concretizzato nell’ambito del progetto Smile. Inoltre, si è concordato di introdurre – nelle attività future – i moduli Clil e peer education, in particolare gli sport individuali e di squadra, in modo da coinvolgere gli studenti delle classi partecipanti. Proprio rispetto agli sport individuali, segnalano gli organizzatori, “le docenti di educazione fisica dello Sraffa, Loretta Tomasoni, Federica Zanardi, Stella Soncini e Veronica Zoli, hanno concordato di includere un’attività che rappresenta una vera e propria novità per gli alunni dell’Istituto: l’arrampicata, infatti dalla metà di gennaio le classi a rotazione hanno iniziato a frequentare con entusiasmo la palestra di via del Picco”.
Situata all’interno del centro Nino Bellini di via Indipendenza, la palestra dispone di 16 vie di arrampicata di diversa difficoltà; a livello educativo, la disciplina dell’arrampicata “coglie in pieno uno degli obiettivi del progetto, quello della promozione della pratica motoria come costume di vita, creando una consapevolezza di sé e delle capacità di integrarsi e differenziarsi nel gruppo e dal gruppo”. Previsto nelle prossime settimane l’inserimento degli sport di squadra nel calendario delle iniziative del progetto Smile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti