Cronaca
Commenta

Ruba durante un
allenamento: in
manette un giovane

È stato arrestato e recluso presso la camera di sicurezza del Commissariato di Crema – in attesa del processo per direttissima previsto domani – il ventisettenne moldavo sorpreso ieri sera poco dopo aver commesso un furto negli spogliatoi del centro sportivo di San Carlo. Il giovane, C.V. le sue iniziali, era già noto alle Forze dell’ordine per aver commesso altri reati contro il patrimonio, e per esser stato più volte controllato ed espulso dal territorio nazionale.

La chiamata al Commissariato di polizia è arrivata attorno alle ore 20. Giunti sul posto, gli agenti hanno appreso della sparizione di alcuni oggetti personali dallo spogliatoio – tra cui cellulari, valori e le chiavi della macchina dell’allenatore – fatto avvenuto mentre gli allenamenti erano ancora in svolgimento. L’allenatore ha poi riferito di aver notato una persona mentre si aggirava nel centro sportivo: un giovane dalla corporatura atletica, visto inoltre da alcuni genitori mentre scavalcava la siepe di un condominio vicino al centro sportivo. Poco dopo la polizia ha braccato un ragazzo corrispondente alla descrizione fornita.
Il ventisettenne ha tentato di giustificarsi asserendo di essersi lì per guardare la partita: scusa a cui gli agenti del Commissariato non hanno creduto, avendo ricordato il profilo criminale del ragazzo. A peggiorare la situazione del giovane, il ritrovamento – vicino a dove lui stesso è stato fermato – di una borsa contenente parte della refurtiva, restituita ai legittimi proprietari, e che il moldavo ha riconosciuto essere di sua proprietà, pur disconoscendo la presenza all’interno di essa degli oggetti di origine furtiva.
Messo alle strette, il giovane ha dunque riconsegnato le chiavi dell’auto dell’allenatore, affermando però di averle trovate per terra, e di aver scavalcato la recinzione condominio adiacente al campo da gioco solo per espletare bisogni fisiologici. Ricostruzione a cui i poliziotti non hanno creduto, facendo scattarle manette ai polsi del giovane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti