Ultim'ora
Commenta

Università dei
bambini, la scuola
si apre al territorio

Nella foto, Gloria Molinari, Tullia Guerrini Rocco, Alessandra Zingoni, Maria Caterina Citterio, Attilio Galmozzi, Nello Scarabottolo, Sivlia Donati De Conti, Fabio Calvi.

Dopo lo straordinario successo della prima edizione, torna l’Università dei bambini. “È un’iniziativa importante – ha introdotto in conferenza stampa Maria Caterina Citterio, dirigente dell’istituto comprensivo di Trescore Cremasco – in grado di far comunicare diversi enti presenti nel Cremasco, con l’obiettivo di offrire qualcosa di veramente speciale ai bambini. L’Università dei bambini è la scuola che si apre al territorio”.

NOVITÀ – Partiamo dalle novità. Quest’anno saranno tre i corsi proposti all’Università: artistico-musicale, informatico-robotico e scientifico. Ognuno è suddiviso in 5 incontri, che si svolgeranno in contemporanea dal 4 marzo al 29 aprile. Ogni corso prevede un massimo di 24 iscritti e una quota contributiva di 30 euro ad iscrizione. Per rendere più equa la selezione verranno accettati i primi 3 iscritti di ogni istituto del Cremasco (39 bambini in totale), mentre gli altri 33 posti verranno assegnati ai primi iscritti in ordine di tempo. Le lezioni si svolgeranno all’Università di via Bramante il venerdì alle ore 16.45.

CULTURA – Secondo Nello Scarabottolo, vicedirettore del dipartimento di Informatica, “visti i numeri dello scorso anno (500 iscrizioni) il rinnovo della nostra disponibilità era ovvio: anche quest’anno metteremo a disposizione, oltre alle aule, alcuni dei nostri docenti”. Molto soddisfatto anche Fabio Calvi, consigliere di Area vasta e sindaco di Rivolta d’Adda: “l’ex Provincia non può che vedere bene iniziative come queste, che favoriscono la diffusione della cultura anche tra le fasce minori”.

INTERESSE – Rinnovata l’adesione dell’amministrazione comunale al progetto: “la singolarità di questa iniziativa ci impone di essere al fianco degli organizzatori – ha commentato Attilio Galmozzi, assessore all’Istruzione – auspicando che possa essere mutuata anche da altre realtà”. Intervenendo alla conferenza Alessandra Zingoni, referente dell’Ufficio scolastico, ha tenuto a ribadire “il nostro forte interesse rispetto a quest’iniziativa, che speriamo continui ad avere seguito”.

ISCRIZIONI – Come ha sottolineato in conclusione Silvia Donati De Conti, “le modifiche che abbiamo apportato provengono dai suggerimenti dei partecipanti alla precedente edizione. Concluso l’anno di sperimentazione, proporremo quest’anno un’edizione migliorata”. Le iscrizioni – che potranno essere effettuate unicamente online sull’apposita pagina – rimarranno aperte dall’11 febbraio alle ore 14 fino al 16 febbraio alle ore 16. Per ulteriori chiarimenti e dettagli sui corsi è possibile visitare la pagina dell’Università dei bambini.

Stefano Zaninelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti