Cultura
Commenta

Concorso Bettinardi,
la cremasca Marta
Arpini tra le finaliste

Nella foto, Marta Arpini.

C’è anche una cremasca tra i finalisti del prestigioso concorso nazionale Chicco Bettinardi: Marta Arpini, ventunenne cremasca, sabato 30 gennaio – alle ore 21.15 – sfiderà gli altri 4 concorrenti finalisti sul palco del Milestone di Piacenza. In palio il primo premio per la migliore voce tra i nuovi talenti del jazz italiano, in uno dei più conosciuti ed ambiti concorsi a livello nazionale.

L’esibizione della giovane promessa cremasca sarà incentrata su tre brani: Bye Bye Blackbird, canzone di Ray Henderson, Nancy With the Laughing Face, scritta da Jimmy Van Heusen e Phil Silvers e Ascolta, brano composto da lei. Le altre cantanti con le quali dovrà misurarsi nel corso della serata sono: Giulia Di Cagno (23 anni, Felino), Sara Battaglini (23 anni, Firenze), Federica Lipuma (24 anni, Niscemi) ed Eleonora Moro (22 anni, Larino).

A giudicare le esibizioni sarà una giuria presieduta dall’insegnante Diana Torto, coadiuvata da Betty Quartieri e Debora Lombardo, dalla giornalista Eleonora Bagarotti e dal musicista e direttore di coro Andrea Zermani. Al termine della serata verranno annunciati i nomi dei due finalisti – come avvenuto per la finale dei gruppi e dei solisti – ma solamente al Galà finale, previsto il 19 marzo allo spazioe Le Rotative di Piacenza, sarà annunciato il vincitore del primo premio.
Lo scorso anno Crema ha brillato al Bettinardi grazie al mostruoso talento del pianista Francesco Orio, classificatosi primo nella categoria solisti. Che quest’anno sia l’occasione per ritagliarsi un posto di prestigio nella categoria cantanti? La risposta non arriverà che tra un paio di mesi; nel frattempo, un grande in bocca al lupo a Marta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti