Cronaca
Commenta

Cyberbullismo, allo
Sraffa l’incontro con
il capitano Carraro

Nella foto, il capitano Giancarlo Carraro.

“Prevenire i rischi occulti, derivanti da un utilizzo non consono dei vari social network, che può portare spesso i ragazzi, ad essere essi stessi vittima e carnefici”. Questo l’obiettivo degli incontri che le Forze dell’ordine stanno svolgendo presso gli istituti scolastici cittadini, l’ultimo dei quali giovedì mattina presso lo Sraffa.

Cyberbullismo, tra rischi e reati: questo il tema affrontato da Giancarlo Carraro, capitano della Compagnia dei carabinieri di Crema. Parlando agli studenti, il capitano Carraro ha portato esempi concreti ponendo l’accento su quanto viene pubblicato quotidianamente sui social netowork. Attività, quest’ultima, molto diffusa tra i giovani, che tuttavia non sempre sanno a quali rischi vanno incontro né come tutelarsi. Da qui l’iniziativa di sensibilizzazione dell’Arma dei carabinieri, un’azione diffusa che lo scorso anno ha coinvolto 1800 studenti.
Fondamentale in tal senso il ruolo educativo degli istituti scolastici e dei docenti: “nonostante le difficoltà – spiega Paola Vita, vicepreside dell’istituto – la scuola cerca ogni giorno di promuovere iniziative come queste, tendenti a educare i ragazzi alla legalità e, come nell’incontro di giovedì, a informare i ragazzi sui pericoli connessi con l’utilizzo di internet e dei social network”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti