Sport
Commenta

Crema città europea
dello sport, martedì
l’inaugurazione ufficiale

Nella foto, Morena Saltini e Walter Della Frera.

Da inizio gennaio Crema è Città europea dello sport 2016. L’inaugurazione ufficiale della manifestazione si terrà martedì 26 gennaio, alle ore 21, presso il teatro San Domenico: “sarà una serata semplice, sobria e aperta al pubblico – ha spiegato in conferenza stampa Walter Della Frera, consigliere con delega allo Sport – contrassegnata dallo spirito che ci dovrà accompagnare per tutto l’anno. Per l’occasione, avremo un ospite e un conduttore d’onore: Beppe Severgnini”. Ma partiamo dal principio.

OCCASIONE – Come ha introdotto l’assessore Morena Saltini, Crema città europea dello Sport sarà “un’occasione preziosa per poter trasmettere al mondo intero i valori e la forza di Crema espressa dal punto vista sportivo”. Il calendario della manifestazione è già folto di iniziative, a cui altre se ne aggiungeranno nel corso dell’anno. La filosofia del palinsesto, ha spiegato Della Frera, è quella di “valorizzare gli eventi esistenti e supportarli con la realizzazione di nuovi momenti sportivi e culturali”.

TESTIMONIALS – La serata inaugurale porterà sul palco del teatro di piazza Trento e Trieste autorità – quali Antonio Rossi e Oreste Perri, campioni olimpionici e rappresentanti istituzionali – e testimonials nazionali: Alessio Tacchinardi, Riccardo Ferri, Marco Villa, Silvano Usini e Roberto Rota. Non mancheranno le giovani eccellenze locali in ambito sportivo: Mattia visconti, Carola Casale, Francesca Vailati Facchini, i fratelli Federico e Alessandro Fornasari, Luca Cacopardo, Benedetta Migliorati. Testimonials per lo sport paraolimpico: Marco Zani e Patrizia Spadaccini. E per non sottovalutare il ruolo delle regole nello sport: Roberto Begnis, miglior arbitro di basket del 2013.

CERIMONIA – Oltre ai testimonials, la serata sarà impreziosita dalle performance dei ballerini delle Acli di Crema e dall’accademia di danza di Denny Lodi. Di grande pregio anche la parte musicale: le musiche dell’inno di Crema città europea dello sport sono state affidate a Lucio Fabbri (violinista cremasco della PFM), mentre le parole dell’inno ad Angelo Dossena e Rita Pizzi; sia le melodie che i testi dell’inno saranno rielaborazioni delle composizioni di Bottesini e del testo della poesia

MESSAGGIO – Come ricordato da Della Frera, il merito della buona riuscita sarà da ascrivere allo sforzo dei veri protagonisti: “l’amministrazione non si appunterà nessuna medaglietta, sarà tutto dovuto alla bravura delle società e dei volontari delle associazioni sportive. Per l’inaugurazione avremmo potuto scegliere tra un grande spettacolo e una cerimonia più sobria aperta a cittadini e sportivi: abbiamo scelto la seconda– ha concluso il consigliere – per trasmettere il messaggio di ciò che vorremmo fosse questo anno per Crema”.

Stefano Zaninelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti