Politica
Commenta

Villaggio Adda,
“la responsabilità è
della giunta Rancati”

Nell’immagine, il progetto del sovrappasso.

“Chi ha deciso definitivamente di eliminare il sovrappasso Spino ovest? La giunta Rancati, con rappresentanza del comune costituita da Rancati, Tamagni, Poli, in accordo con l’allora amministrazione provinciale”. Ad affermarlo è Paolo Riccaboni, sindaco di Spino d’Adda, che con un intervento partito da Facebook intende “ristabilire la verità” sulla responsabilità dei problemi che attanagliano il Villaggio Adda.

Come spiega il primo cittadino, l’eliminazione dell’opera aveva l’obiettivo di “limitare l’impatto sul territorio, in particolare sui terreni agricoli, accogliendo osservazioni formulate dai proprietari interessati e prevedendo la semplice entrata e uscita dalla Paullese per entrambe le direttrici di marcia, senza possibilità di scavalco”. Questa è la decisione dalla quale nasce “la condanna del Villaggio Adda al passaggio di traffico non residenziale e la condanna di tutti al lungo e tortuoso percorso nelle terre dell’Adda”.
Dunque, aggiunge Riccaboni, “sono esplicitati i mandanti, è dichiarato il movente ed è scritta l’ora del delitto, senza testimoni”. A testimonianza, il sindaco mostra un passaggio della conferenza dei servizi del 2006, in cui viene esplicitata l’eliminazione del progetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti