Commenta

Illuminazione,
nuovi interventi tra
estetica e sicurezza

Nella foto, alcuni lampioni a Crema (© CremaOggi.it).

L’amministrazione comunale ha dato il via a dicembre al nuovo corpus di interventi per il miglioramento dell’illuminazione pubblica. Si tratta di un’operazione che contempla sia la manutenzione degli impianti esistenti, sia la realizzazione di nuovi punti luce in alcune zone della città. Il potenziamento del sistema di illuminazione dovrebbe terminare entro il mese di febbraio, salvo complicazioni.

DUOMO E MOSI – Il primo intervento che è stato portato a termine riguarda piazza Duomo, dove sono stati riattivati i corpi illuminanti ed è stata data nuova luce alla statua di San Pantaleone. Molto attesa anche la riparazione dei lampioni lungo la ciclabile dei Mosi: a causa del furto di mesi fa, la linea elettrica necessita la completa riparazione e la posa di nuovi corpi illuminanti. Per scongiurare ulteriori furti è stato scelto di utilizzare cavi in alluminio, anziché in rame.

CICLABILE – Altra grande novità, comunicata nei giorni scorsi, è la decisione di dotare la ciclabile che collega San Bernardino a Offanengo di un impianto di illuminazione. I lavori sono stati affidati a Scs Servizi Locali, che ha già proceduto alla posa dell’impianto. Non manca dunque che l’accensione, per la quale è richiesta la fornitura di energia elettrica da parte di Enel. Il costo dell’intervento è di 34.632 euro, e prevede l’installazione di 33 pali cilindrici oltre alla fornitura e posa di 33 armature stradali da 24 led ciascuna.

QUARTIERI – Altri interventi riguardano i parcheggi di via Pagliari e di via Barelli: “il potenziamento dell’illuminazione pubblica a fini di sicurezza – spiega Fabio Bergamaschi, assessore ai Lavori pubblici – mi ha sempre trovato attento alle indicazioni dei concittadini. Ogni anno abbiamo svolto interventi mirati, che hanno sempre centrato l’obiettivo, come per esempio nelle zone nevralgiche della nostra città quali i Giardini di Porta Serio, Piazza Garibaldi e viale Repubblica, dove la potenza luminosa è stata raddoppiata”.

PERIFERIE – Prosegue l’assessore Bergamaschi: “altrettanta attenzione viene garantita in aree meno centrali, nei quartieri periferici, poiché non esistono cittadini di serie B. È ciò che è già stato fatto ai Sabbioni, per esempio, con la realizzazione di un nuovo impianto sul percorso ciclopedonale posto tra il campo da calcio dell’oratorio ed il campo Dossena e l’opera ora prosegue ad Ombriano e a San Carlo, con la piena soddisfazione delle aspettative dei residenti”.

ESTETICA – Come spiegano dal Comune, l’illuminazione pubblica non si sottrae a ragionamenti ed interventi di portata prettamente estetica: “l’Amministrazione si accinge a procedere, nelle prossime settimane, con la realizzazione di un impianto di illuminazione artistica presso le mura del Campo di Marte e di via Stazione, proseguendo l’opera avviata con l’intervento presso la cinta muraria prospiciente i giardini di Porta Serio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti