Commenta

“Il testamento di
Maria” sabato al
San Domenico

Preceduto in mattinata dall’incontro del regista con alcuni studenti degli istituti cremaschi, lo spettacolo Il testamento di Maria sta per fare il suo debutto a Crema, sul palco del teatro San Domenico si piazza Trento e Trieste. L’appuntamento è fissato a sabato 9 gennaio, alle ore 21.

Con Il testamento di Maria torna “in scena” la collaborazione tra Marco Tullio Giordana – celebre regista cremasco – e la pluripremiata attrice Michela Cescon. Lo spettacolo riprende il romanzo dell’irlandese Colm Tóibín, che sviscera il rapporto tra Maria e suo figlio nei giorni della predicazione alle folle e poi in quelli della condanna e della crocifissione.
Molto particolare la rappresentazione di Maria, umana e distante dall’accettazione del destino del figlio. Scrive Michela Cescon che “nel progetto di Stoppard ho dovuto rinunciare a stare in scena perché la cura che mi richiedeva la produzione era tanta e impegnativa. Abbiamo cominciato a cercare un testo che avesse quindi un ruolo per me, certi di voler affrontare nuovamente un lavoro sul contemporaneo, ma che avesse sempre le stesse altezze dei classici. Quando ho letto The Testament of Mary di Tóibín ho capito subito che era il testo giusto, mi sono commossa, mi sono sentita avvolta e, chiuso il libro, la mia immagine di Maria non è più stata la stessa”.
È possibile acquistare i biglietti – poltronissima 35 euro; poltrona 30 euro; laterale 25 euro; terzo settore 20 euro – presso la biglietteria del teatro oppure sul sito internet del San Domenico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti