Commenta

Conciliazione famiglia
e lavoro, in Comune
arriva il welfare aziendale

Benefit anziché soldi: questa la filosofia del welfare aziendale adottato dal Comune di Crema. Si chiama In… tempo e nasce dalla collaborazione con enti e cooperative sociali, tra cui Consorzio Arcobaleno, Cooperativa Koala e Cooperativa Iride. Obiettivo, spiega il sindaco Stefania Bonaldi, è “adottare  un modello virtuoso già testato con successo in altri enti pubblici ma soprattutto nel privato”.

BENEFIT – In estrema sintesi, i dipendenti del Comune (che non avrà spese aggiuntive) potranno beneficiare di un maggiordomo aziendale per le loro commissioni in orario di servizio: andare in posta, in tintoria, a fare la spesa. Potranno avvantaggiarsi di un servizio di stireria e di baby sitting, continuativo o occasionale, a prezzi estremamente calmierati e pulizie straordinarie presso le loro abitazioni.

CONCILIAZIONE – Come spiega il comunicato del Comune, In… tempo è “un modo per fare fronte ai piccoli e grandi problemi che talora il lavoratore e la lavoratrice, single o con famiglia, faticano a conciliare con gli orari di lavoro e debbono relegare fuori dall’orario di servizio, magari compromettendo il tempo libero e quello delle relazioni, oppure consumando ore di permesso o giornate di ferie”.

ESIGENZE – L’adozione di tale modello di welfare aziendale risponde alla continua erosione del salario accessorio dei dipendenti pubblici. Il progetto di conciliazione dei tempi famiglia-lavoro va incontro anche alla progressiva diminuzione delle risorse messe a disposizione dei Comuni, riallargando le maglie di una contrattazione aziendale irreggimentata e irrigidita, convinti che le performance aziendali dipendono anche dal grado di soddisfazione dei dipendenti.

STIMOLO – “L’auspicio – commenta il sindaco Bonaldi – è che tutte le iniziative varate nell’ambito del progetto di welfare aziendale possano fungere per i dipendenti comunali da stimolo per continuare un proprio percorso professionale virtuoso. Per l’ente nel suo insieme, inoltre, tali attività favoriscono la socializzazione, migliorano lo stato di benessere delle Risorse e di conseguenza le loro prestazioni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti