Commenta

Variante al Pgt, la
replica del Pd: “Piloni
ha dimostrato capacità”

Giunge a stretto giro di posta la replica del Pd agli attacchi del centrodestra in merito alla variante al pgt. Come scrivono Gianluca Giossi e Livia Severgnini – rispettivamente capogruppo Pd e presidente commissione Urbanistica – “di fronte ad una variante puntuale al Piano di governo del territorio che va ad inserire elementi di flessibilità al loro Pgt, che in questi anni si è dimostrato rigido ed inefficace, se la prendono con l’assessore Piloni per il voto su un’unica osservazione”.

Secondo i consiglieri piddini, l’osservazione chiamata in causa da Beretta e Zanibelli, proprio come quella presentata dagli ordini professionali, concerne la possibilità di valutare spostamenti volumetrici tra aree. Tuttavia, “questo tipo di osservazioni sono in realtà rivolte al Pgt approvato dalla giunta Bruttomesso e non a questa variante puntuale; è corretto sottolineare che la rigidità di questo piano ha creato immobilismo, ed è vero che complice sarà stata anche la crisi economica, ma privati e categorie professionali (come riscontrabile nelle osservazioni) trovano soluzioni nel drastico cambio al vigente Pgt, poiché risultano evidenti il suo fallimento e la sua rigidità”.

“Le osservazioni che sono pervenute – proseguono Giossi e Severgnini – hanno rafforzato una convinzione che già avevamo: il Pgt va cambiato, ripartendo proprio da un dibattito sul tema dei diritti volumetrici. La nostra variante cerca proprio di risolvere alcuni problemi di rigidità del piano. Inserisce criteri di premialità a progetti innovativi ed ecosostenibili; inserisce flessibilità attuativa e funzionale agli ambiti di trasformazione ed elimina l’ambito di Via Milano, prendendo atto di una realtà esistente: Via Milano è un’area a vocazione artigianale-commerciale, dove vanno incentivate le attività esistenti che fino a ieri erano in difficoltà, non potendo intervenire sulle proprie aree”.

Rispetto infine all’invito rivolto all’assessore, di lasciare l’Urbanistica, i consiglieri commentano: “stia pure tranquillo e soprattutto al suo posto l’assessore Piloni, che ha dimostrato in questi mesi capacità e serietà. Ai consiglieri Beretta e Zanibelli, scottati forse dall’evidente insuccesso del loro Pgt, lasciamo le loro piccole polemiche e il proprio stile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti