Commenta

Stalloni, dalla Regione
2,3 milioni di euro per
la riqualificazione

Ammontano a 2,3 milioni di euro le risorse assegnate da Regione Lombardia all’intervento di riqualificazione e valorizzazione del Centro di incremento ippico di Crema. “Con questo stanziamento – spiega Daniele Nava, sottosegretario alle Riforme – vogliamo confermare concretamente la nostra volontà di portare a compimento un progetto importante per il territorio, in grado non solo di esaltare la vocazione dell’area con il Centro rieducativo equestre ma anche di dare spazio al verde e diverse funzioni pubbliche e private che vengano incontro alle esigenze dei cittadini”.

PROGETTO – Sono diverse le funzioni che la struttura di via Verdi ospiterà una volta realizzati gli interventi previsti nel progetto: la nuova sede dell’Asl di Cremona (Distretto di Crema); il Centro riabilitativo equestre; spazi per le sedi di altre realtà cittadine e un’area museale, oltre al mercato. Per quanto concerne i tempi di realizzazione, la procedura di Vas – valutazione ambientale strategica – dovrebbe chiudersi entro estate 2016; nella seconda menta del 2016 la firma del nuovo accordo di programma; entro la fine del 2016 lo sviluppo della progettazione dell’immobile Asl e degli altri immobili; nel 2017 l’apertura del cantiere.

VALORIZZAZIONE – Come spiega Carlo Malvezzi, consigliere regionale Ncd, da poco eletto presidente della commissione Affari istituzionali, “le risorse, su cui la giunta regionale ha dato via libera nella seduta di oggi, 17 dicembre, corrispondono circa al 50% del costo complessivo dell’operazione, per la quale la stessa Regione, il comune di Crema e la Provincia di Cremona avevano sottoscritto uno specifico accordo di programma a marzo 2014, con l’obiettivo di valorizzare un immobile di rilievo per tutta la città e, allo stesso tempo, renderlo disponibile ad ospitare funzioni pubbliche e private”.

MIX FUNZIONALE – Come dettaglia Malvezzi, il progetto prevede la realizzazione di “un mix polifunzionale che permetterà di esaltare la vocazione dell’area, con la presenza del Cre a cui Regione Lombardia ha da tempo concesso il mantenimento della propria sede all’interno dello stabile di via Verdi e, contestualmente, valorizzerà gli spazi verdi ad uso della cittadinanza e inserirà importanti funzioni pubbliche. Le ulteriori risorse per arrivare a coprire la spesa dell’intero intervento di riqualificazione (5 milioni di euro) dovranno arrivare dall’alienazione dell’immobile di Toscolano Maderno (BS) di proprietà della Provincia di Cremona i cui primi tentativi non sono andati a buon fine”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti