Cronaca
Commenta

“Dentro o fuori?”
Aperto il concorso sulle
alternative al carcere

“Siamo soddisfatti della partecipazione dei ragazzi a queste iniziative sia per l’attenzione durante gli incontri, che per gli elaborati prodotti alla fine del percorso”. Così gli avvocati Micol Parati e Maria Luisa Crotti al termine del ciclo di incontri presso l’istituto Sraffa, dove venerdì 12 dicembre si è tenuta l’ultima presentazione del bando Dentro o fuori? Le misure alternative alla detenzione.

Si tratta di un concorso indetto dalla sezione di Cremona e di Crema della Camera penale della Lombardia orientale. Intitolato alla memoria degli avvocati Sandro Bocchi, Aldo Pizzoccaro, Sergio Franceschini e Renato Dossena, mette in palio quattro borse di studio che verranno assegnate ai migliori elaborati di approfondimento in materia di diritto penale, con particolare attenzione alle misure alternative alla detenzione.

Parteciperanno al concorso le classi terze, quarte e quinte, che con il supporto dei docenti Rosanna Paonessa, Rosalia Del Giudice, Eugenia Cignatta e Fabio Donati hanno preso parte agli incontri di presentazione. Nel corso dell’iniziativa è stato proiettato il filmato Prigioni d’Italia: una panoramica sulla situazione carceraria italiana, gancio eccellente per un’analisi approfondita, alla luce delle norme costituzionali, della convenzione europea dei diritti dell’uomo e del regolamento penitenziario europeo. Il filmato ha rappresentato inoltre l’occasione per analizzare caratteristiche e problematicità relative alle condizioni di vita in carcere e alle possibilità offerte dalle normative vigenti, di una detenzione alternativa al carcere, come ad esempio la messa alla prova.

I lavori degli studenti dovranno essere inviati allo studio dell’avvocato Micol Parati entro la fine di febbraio 2016. Verranno giudicati da una commissione composta dal presidente della sezione di Crema della camera penale distrettuale, dai consiglieri in carica e dal past-president della sezione di Cremona e Crema della Camera penale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti