Commenta

Finto prete arrestato
L’accusa: spendita di
banconote false

Arrestato un finto prete per spendita di banconote false. La segnalazione ai carabinieri è arrivata verso le 18 di sabato da parte della titolare di un supermercato di Monte Cremasco che diceva di avere di fronte alla cassa un cliente particolare e alquanto sospetto. Si trattava di un 40enne vestito da prete che alla vista dei militari è apparso nervoso e stranamente desideroso di allontanarsi per un “impegno improvviso”. La commerciante ha spiegato ai carabinieri di aver visto lo stesso uomo il giorno prima. In quell’occasione il 40enne le aveva chiesto di cambiare una banconota da 100 euro, riuscendo nel proprio intento anche grazie all’abito talare che indossava e ai suoi modi cortesi. La donna, però, ha mostrato ai militari la banconota che è risultata essere palesemente falsa. Sabato lo stesso uomo le aveva consegnato un’altra banconota da 100 euro come pagamento di alcuni prodotti alimentari. Anche questa banconota era falsa, anche se di buona fattura.
F.G., 40 enne di origine campana e con alle spalle diversi precedenti per reati contro il patrimonio, residente a Dovera da un fratello, è stato quindi  accompagnato presso gli uffici della stazione di Bagnolo Cremasco dove è stato sottoposto a perquisizione personale. In suo possesso sono state trovate complessivamente 6 banconote (5 da 100 euro ed una da 50), oltre a quella da 100 euro spesa il giorno prima, e un coltello a serramanico. I successivi accertamenti hanno permesso di stabilire che il finto prete si era presentato anche presso una farmacia della zona in cui aveva tentato di spacciare altre banconote, ma il farmacista aveva rifiutato il cambio del denaro. F.G. è stato dichiarato in stato di arresto per spendita continuata di moneta falsa e porto illegale di arma.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti