2 Commenti

Razzia di 500 litri di
gasolio dall’oleodotto
di Mairago, tre arresti

Tre arresti per furto di 500 litri di gasolio dall’oleodotto Eni a Mairago, in provincia di Lodi, messo a segno di notte lungo la tangenziale di Lodi. In manette sono finiti tre romeni, pure accusati di aver danneggiato l’oleodotto. Si tratta di un incensurato di 24 anni, un pregiudicato di 22 e una giovane di 25, incensurata, tutti residenti fra Sergnano e Crema. I poliziotti si sono insospettiti dal forte odore di gasolio che veniva dall’Alfa Romeo dei tre romeni, fermata perché appariva sovraccarica. Non appena gli agenti hanno chiesto di aprire il finestrino per un controllo dei documenti, si sono accorti del forte odore. Tra il sedile posteriore e il bagagliaio avevano 22 taniche da 25 litri, parzialmente piene di combustibile. Immediate indagini hanno ricondotto la provenienza del gasolio all’oleodotto che già in estate era stato danneggiato. E’ stata quindi scoperta l’ennesima manomissione alla struttura a cui era stato applicato un rudimentale rubinetto. L’Eni è stata avvisata per un’immediata messa in sicurezza e per l’avvio della bonifica. Il tribunale di Lodi ha convalidato l’arresto dei tre, disponendo l’obbligo di firma per il pregiudicato e l’obbligo di dimora per gli altri due, in attesa del giudizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Seba

    Siamo arcistufi …… Anche si ho conosciuto persone meravigliose ma purtroppo la maggioranza vince !!

  • Seba

    PurtroppO Sergnano, Pianengo si sono riempiti di quella gentaglia li, se io sparo oer difendermi mi carcerano invece quella gentaglia , mi ripeto , obbligo di firma ecc.. , bisogne gettarli in galera o meglio, rispedirli a casa loro a scontare la pena , perché qua non hanno voglia di rispettare le regole , devono andare fuori dai c….