Commenta

Contro i furti c’è il
collegamento d’allarme
112 NUE, è gratuito

Il capitano Carraro

Per contrastare il fenomeno dei furti, c’è il collegamento d’allarme 112 NUE, che  comprende tutte le forze di polizia e che è un servizio gratuito. Purtroppo, però, è ancora poco conosciuto. A darne notizia in un incontro che si terrà stasera proprio sull’argomento, è il capitano Giancarlo Carraro dei carabinieri di Crema. L’attività preventiva tesa a contrastare la commissione reati predatori non viene svolta soltanto dalle pattuglie che sorvegliano il territorio dei 48 comuni cremaschi, ma anche attraverso l’attività divulgativa che permette di informare i cittadini sulle potenzialità dell’Arma dei carabinieri.
Spesso accade, infatti, che i titolari di ditte, negozi, industrie, non tutelino efficacemente le loro proprietà adottando misure di protezione adeguate, poichè ritenute, spesso erroneamente, costose. In particolare, quando un furto o un danneggiamento avviene, talvolta il locale non è protetto da alcun sistema di allarme o, paradossalmente, l’allarme, seppur presente, non è collegato ad alcuna forza di polizia o di vigilanza.
Utile, in questo caso, è proprio il  collegamento d’allarme 112 NUE. Ogni obiettivo collegato al 112 NUE è estremamente protetto e garantisce la tempestività di intervento delle pattuglie. Il servizio, gratuito, permette alle forze dell’ordine di assicurare spesso alla giustizia i ladri, sorprendendoli in flagranza di reato.
Per presentare al meglio questa opportunità, questa sera a Crema alle 21, presso la sala ricevimenti del Comune, si terrà un incontro organizzato dalla Confartigianato e presieduto dal capitano Carraro. “Sul territorio cremasco”, per il capitano, “c’è ancora molto da fare in ordine alla sicurezza partecipata che è l’unico traguardo da raggiungere per poter contrastare efficacemente il fenomeno dei reati predatori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti