Commenta

Scuole ai blocchi di partenza per 45mila
Galilei e Racchetti-da Vinci le più gettonate

Anno scolastico già iniziato in molte scuole elementari e medie cittadine, anche se buona parte degli studenti delle superiori potrà stare in vacanza fino a domenica 13 settembre. Stando ai dati dell’organico di fatto diramati dall’Ufficio scolastico territoriale, la popolazione scolastica cremonese conta 45.717 iscritti. Il nucleo più numeroso è quello delle scuole superiori, con 16.117 studenti; il blocco della scuola primaria ne assorbe 14.843, alle medie inferiori sono iscritti in 9.018, mentre nella scuola per l’infanzia statale andranno 5.739 bambini. Nelle primarie l’incidenza di stranieri è del 23% (3414 alunni), con una presenza di alunni certificati per il sostegno di 543 bambini (3,6%). Ancora più alta, oltre il 25%,  l’incidenza degli stranieri nella scuola d’infanzia, tra i 3 e i 6 anni: complessivamente 5.739 bambini iscritti, di cui 1.454 stranieri e 124 con certificazione (il 2,2%).

Tra gli alunni che frequenteranno i tre anni di scuole medie inferiori, 438 (4,8%) hanno una certificazione handicap e 1.713 sono stranieri (il 19%). Per un totale di 406 classi e 652 cattedre, oltre a 202 cattedre per il sostegno.

Tra tutte le scuole secondarie superiori della provincia, è l’Itis Galilei a contare il maggior numero di classi e popolazione scolastica: 1715 iscritti, per 74 classi; seguono a ruota i licei classici e lo scientifico Racchetti – da Vinci, con 71 classi e 1710 iscritti. Tra i professionali, lo Sraffa conta 1310 allievi e 54 classi; il tecnico Pacioli 1612 e 67 classi.

Proprio relativamente all’istituto Galilei, la provincia di Cremona ha approvato il progetto esecutivo per i completamenti per la prevenzione incendi, per adeguamenti normativi e per le vulnerabilita’ degli elementi anche non strutturali, per un importo complessivo di 250.000 euro. Per questi interventi si è in attesa di finanziamenti da parte della Regione Lombardia. In particolare, gli interventi di riqualificazione e ristrutturazione riguardano il complesso scolastico ubicato in via Matilde di Canossa, costituito da tre corpi di fabbrica collegati fra di loro e così individuabili: edificio aule normali e laboratori (collegamento fra vari edifici); edificio principale e palestre (lato via Matilde di Canossa); edificio officine e laboratori.

“Nel progetto – precisa l’ufficio tecnico dell’amministrazione provinciale –  sono stati previsti i lavori che consentono di completare gli interventi per rendere gli edifici del complesso scolastico adeguati alle vigenti normative, in particolare a quelle di prevenzione incendi, di sicurezza e di eliminazione delle barriere architettoniche; si eseguiranno anche gli interventi per completare l’eliminazione delle vulnerabilità di elementi non strutturali (in particolare delle facciate), si sostituiranno inoltre serramenti oramai obsoleti in alcune delle aule, in questo modo, oltre al miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio, si elimineranno dei punti di criticità per la sicurezza: infatti i serramenti esistenti sono dotati di vetri semplici e frangibili, con evidenti rischi in caso di rottura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti