Commenta

Unioni civili e taglio tasse
I ‘big’ del Pd alla
festa dell’Unità

Con lo straordinario spettacolo delle fontane danzanti, getti d’acqua e luci che hanno ballato sulle note di melodie classiche e moderne, si è conclusa la festa centrale del Partito Democratico, a Crema. Un finale che ha incantato il pubblico e che non ha fatto rimpiangere  i tradizionali  fuochi d’artificio, vietati da un’ordinanza comunale per tutelare gli animali. La festa, che si tiene nella splendida cascina  di Ombriano, coincide con la fine delle vacanze estive e la ripresa delle attività scolastiche e lavorative . Forse è anche un po’ questo il segreto di un successo che viene confermato negli anni. Piace ai cremaschi, concluse le ferie, rivedersi, incontrarsi, mangiare all’ aria aperta, bere birra, ballare e  ascoltare musica, magari partecipando a qualche dibattito politico e culturale. E i politici regionali e nazionali sembrano non disdegnare la partecipazione alla festa del PD cremasco che, ai loro occhi sa esprimere, grazie ad una cura e ad un potente macchina organizzativa (più di 300 i volontari), lo spirito  di un partito che si dichiara aperto, riformatore, che crede nei valori della condivisione, accoglienza, dialogo e capacità di ascolto. Lo spazio dibattiti ha visto, quest’ anno, una nutrita presenza di politici nazionali trattare di temi  i estrema attualità; la maggior parte legati alle riforme che il Paese sta facendo: dalle  riforme costituzionali, a quelle dei diritti civili, alla riforma del lavoro e  della scuola; senza trascurare le problematiche che toccano la vita concreta dei cremaschi, come quelle dei trasporti che ha visto la presenza dell’assessore regionale, Alessandro Sorte. Alla serata conclusiva ha partecipato il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini, insieme al sottosegretario alle Riforme, Luciano Pizzetti e al presidente gruppo Pd alla Camera, Ettore Rosato. Unioni civili, riforma del Senato e abbassamento delle tasse, a partire da Imu e Tasi: questi i temi dibattuti. “L’Italia ha un gran bisogno di riforme – è il pensiero condiviso dai tre esponenti Pd – l’ impegno è portare a casa, prima le riforme costituzionali, entro fine anno la legge sulle unioni civili per poi abbassare le tasse. In primis l’abolizione dell’Imu sulla prima casa”.  Impegni e promesse accolte con molte aspettative ed entusiasmo  dai partecipanti. Nella speranza che non siano delusi.

Sabrina Grilli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti