Ultim'ora
Commenta

Piscina: nuova gara senza
passaggio in consiglio
Beretta accusa la giunta

“Un’ operazione istituzionalmente  scorretta. Un errore  che denota una mancanza  di stile da un punto di vista  politico”. Non usa mezzi termini il consigliere comunale di Forza Italia Simone Beretta nei confronti della gara bandita da Scrp (Società Cremasca Reti e Patrimonio)  per affidare la gestione della piscina comunale ai privati.

Nonostante la manifestazione di interesse di alcune società, Gam Team di Brescia, Sport Management di Verona,  In sport di Vimercate,  la prima gara andò  deserta per alcuni paletti e condizioni,  giudicate troppo restrittive, dai presunti  partecipanti (tra i paletti anche il  mantenimento dei lavoratori a tempo determinato e  indeterminato).

Ora le condizioni  della gara  pubblica,  nuovamente   indetta da SCRP, sono state modificate, rendendo  l’operazione più vantaggiosa  per le società interessate.

Il capogruppo di Forza Italia Beretta contesta il metodo. “Nel caso della pubblicazione del primo bando –afferma il consigliere –  la giunta ha cercato l’approvazione del consiglio comunale. In questo secondo caso, pur modificando le condizioni, la giunta ha dato mandato a Scrp di bandire la gara senza  passare dal vaglio del consiglio ed aprendo solo ai soggetti  che avevano superato la preselezione, senza dare l’accesso a nuovi concorrenti”.

“La cosa umiliante – prosegue  Beretta –  è che il sindaco Bonaldi, dopo aver fatto in perfetta solitudine scelte istituzionalmente e politicamente inaccettabili, abbia chiesto la convocazione della Commissione di garanzia,  a cose fatte,  con la decisione di giunta già presa e con la nuova gara già bandita.  Una mancanza di rispetto istituzionale che doveva dare a chi, in consiglio, aveva accordato la propria fiducia al primo bando proposto. Tra questi anche buona parte della minoranza”.

L’ 11 settembre è il termine ultimo per partecipare alla gara. Vedremo, a questo punto, se le nuove condizioni abbiano reso più vantaggiosa l‘operazione alle società interessate.

Sabrina Grilli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti