Cronaca
Commenta

Spaccio, due arresti
Sequestrati 50 grammi di coca
nascosti in un calzino

I recenti episodi di overdose che hanno visto protagonisti giovani vittime all’interno di discoteche e nei locali notturni ha imposto anche in ambito locale di contrastare efficacemente il traffico di sostanze stupefacenti. Nei giorni scorsi anche i carabinieri di Crema hanno intrapreso mirati servizi preventivi e repressivi nei pressi di locali notturni di tendenza del territorio e nelle vie di accesso agli stessi, attraverso l’esecuzione di controlli a tappeto sugli avventori. Ieri sera a Spino d’Adda, lungo la Paullese, una pattuglia dei militari cremaschi ha notato la presenza di una macchina che si aggirava lentamente nei pressi di un locale. I carabinieri hanno deciso di controllare gli occupanti, due marocchini, scoprendo che avevano precedenti per spaccio di droga. Successivamente i due sono stati sottoposti a perquisizione personale che però ha dato esito negativo. I due stranieri apparivano stranamente molto tranquilli, particolare che ha insospettito i militari che hanno perquisito il veicolo, ritrovando, non senza difficoltà, all’interno di un condotto di aerazione dell’aria del cruscotto, un calzino nero che conteneva un involucro di cellophane al cui interno erano custoditi 50 grammi di cocaina in forma solida e quindi pura ancora da tagliare (valore commerciale oltre 10.000 euro).  I due,  entrambi 30enni e privi di fissa dimora, sono rimasti sconcertati dalla scoperta dei carabinieri, e uno di loro ha cercato un’ultima via di salvezza dicendo di avere la scabbia, mostrando le braccia piene di piccole ferite sanguinanti. I militari hanno quindi deciso di accompagnare il marocchino al pronto soccorso per farsi visitare. Niente scabbia: le ferite sul braccio erano solo punture di insetto mal curate e trascurate. Al termine degli accertamenti per i due marocchini si sono aperte le porte del carcere.

Sara Pizzorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti