Commenta

Il festival dei cortometraggi
cambia sede e nome

Roberto Ceriotti, ospite nella passata edizione e l’ideatore del festival, Samuele Zenone; nell’articolo, la targa che si assegna ai cortometraggi in gara

CREMA – Ritorna SpinOff Film Festival, rassegna di Cortometraggi patrocinata dal comune di Casaletto Vaprio, dalla Multisala Portanova di Crema e dalla Cassa Rurale dell’Adda e Cremasco. Nato nel 2011 all’interno del Settembre Offanenghese con il nome di Offanengo Film Festival, quest’anno il concorso trova accoglienza a Casaletto Vaprio, modificando il proprio nome in SpinOff Film Festival e mantenendo la numerazione delle edizioni, per garantire allo stesso tempo rinnovamento e continuità.

Il bando, disponibile sul sito www.spinoff-filmfestival.com nella sezione Regolamento, prevede una categoria dedicata ai cortometraggi amatoriali, i quali potranno suddividersi in opere narrative e in spot, ed una sezione riservata alle scuole. I cortometraggi narrativi dovranno avere una durata compresa tra i 3 e i 10 minuti (inclusi titoli di coda), mentre gli spot dovranno avere come durata minima 30 secondi e durata massima di 2 minuti. Anche la sezione scuola è regolata dagli stessi minutaggi a seconda che l’opera inviata sia un cortometraggio narrativo o uno spot.

Il calendario dei due giorni (10 e 11 ottobre) sarà presto definito nei dettagli ma il Festival potrà contare anche quest’anno sull’appoggio della Multisala Portanova di Crema, la quale metterà a disposizione per l’intera mattinata del sabato una delle sue sale digitali per la proiezione dei cortometraggi in gara. Questo costituisce un valore aggiunto molto importante per la manifestazione, in quanto non sono molti i festival di cortometraggi che possono permettere ai cineasti di vedere proiettate le proprie opere su uno schermo professionale. La giornata di domenica si terrà invece presso la sala polifunzionale Chiesa Vecchia di Casaletto Vaprio, nella quale ci sarà la proiezione delle opere che hanno passato la prima fase di selezione e la premiazione del vincitore della quinta edizione. Come ogni anno, ci sarà la presenza di un ospite di rilievo che porterà l’esperienza maturata nel campo cinematografico/televisivo. L’anno scorso è stata la volta della scenografa Mediaset Silvana Raimondi, la quale ha spiegato ai numerosi partecipanti il significato ed il ruolo di una scenografia televisiva.

 

© Riproduzione riservata
Commenti