Commenta

Ancora ladri di rame al cimitero
Tre cappelle devastate, 11 depredate

Alcune delle cappelle assaltate dai razziatori di rame

CREMA – Devastazione e danni per oltre 70mila euro, frutto della nuova incursione notturna portata a termine la notte passata dai ladri di rame, all’interno del cimitero maggiore di Crema. A pochi giorni dal primo raid, che ha visto dodici cappelle spogliate della copertura in rame e due danneggiate, ecco una nuova incursione dei ladri che questa volta non sono andati troppo per il sottile, distruggendo non solo la copertura di undici cappelle mortuarie poste tutte nel lato ovest del camposanto, ma anche alcuni basamenti in marmo che sono stati abbattuti e gettati a terra. I ladri sono penetrati nel cimitero ancora dal cancello posteriore. Hanno alzato la cancellate facendola uscire dalle guide e poi sono penetrati all’interno con un furgone. Il furto è stato scoperto questa mattina intorno alle otto dal guardiano che è andato ad aprire i cancelli del camposanto cittadino e che ha visto quel che era successo. Sul posto la polizia di stato di Crema con gli esperti della Scientifica e personale del comune di Crema che ha constata l’intrusione e sta valutando i danni arrecati.

Pgr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti