Feste e turismo
Commenta

Pasqua è..
Non mangiate gli agnellini

La campagna di Amnesty international e, nell’articolo, il manifesto apparso a Dovera

DOVERA – Un agnellino con la sua mamma che lo accarezza con muso, un’immagine tenera e poi un augurio: buona Pasqua a chi non si macchierà le mani del suo sangue. Un messaggio forte appeso ai muri di Dovera da AgireOra, un’associazione vegana che invita a passare dall’alimentazione animale a quella vegetale. Cartelli che invitano a non mangiare agnello nel giorno di Pasqua, come da tradizione, stanno spuntando un po’ dappertutto e, a quanto pare, le vendite di carne d’agnello negli ultimi anni sono sensibilmente calate: oltre 3000 chili lo scorso anno, poco più di 2000 quest’anno, con circa 200 piccoli salvati. Si pensi che gli agnelli uccisi in Italia in un anno sono circa 4milioni e nel periodo pasquale vengono macellati circa 800mila piccoli, agnellini nati da poche settimane.

La Pasqua è Pasqua anche senza ammazzare un agnello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti