Cronaca
Commenta

Botte da orbi e droga sequestrata
dalle forze dell’ordine

CREMA – Venerdì turbolento quella passato nel cremasco che ha visto le forze dell’ordine impegnate su più fronti. Il primo episodio è successo ieri nella serata in un campo nomadi di Dovera, dove due famiglie da tempo in lite per questioni di vicinato hanno deciso di affrontare la situazione una volta per tutte, discutendo prima  parole e poi passando ai fatti. Solo che a un certo punto del litigio è spuntata una mazza da baseball con la quale uno dei contendenti ha affrontato un rivale, colpendolo alla testa e spedendolo in ospedale. A quel punto sono intervenuti i carabinieri di Pandino che hanno accertato i fatti e poi hanno denunciato per rissa e lesioni quattro persone, protagoniste dell’accesissima discussione. L’uomo colpito alla testa con la mazza da baseball, poi sequestrata, ha 51 anni e le sue condizioni non sono gravi. Ha riportato una ferita e degli ematomi che guariranno in una decina di giorni.

Seconda rissa nella notte, davanti a una discoteca di via Diaz. La mezzanotte era passata da poco, quando alcune persone, visibilmente ubriache, hanno cominciato a dare in escandescenze e a insultare altri frequentatori del locale che erano fuori dalla discoteca. Dalle parole gli ubriachi sono passati ai fatti e se la sono presa maggiormente con due avventori, uno di 24 e l’altro di 37 anni, che sono stati pesantemente picchiati e hanno dovuto ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso di Crema. Sono intervenuti gli uomini della polizia di Crema che attendono eventuali denunce da parte delle persone picchiate.

Infine, è stato sorpreso e denunciato un presunto spacciatore. I carabinieri di Camisano notavano all’interno di un bar una persona che agiva in modo sospetto. Quando l’uomo, 32 anni del posto, usciva dal locale pubblico, i militari lo seguivano e lo bloccavano mentre entrava nella sua auto. Il 32enne veniva perquisito e i carabinieri gli trovavano addosso due ovuli da 10 grammi di hashish e due bustine da un grammo ciascuna di cocaina. Seguiva una perquisizione domiciliare che però dava esito negativo. L’uomo era denunciato  a piede  libero per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti