Cronaca
Commenta

Ruba l’auto ma non
sa guidare, ladra
patteggia ed è libera

AGGIORNAMENTO – E’ libera, con il solo provvedimento di obbligo di firma, la 48enne toscana arrestata il 4 febbraio scorso per rapina aggravata: ha cercato di rubare un’auto nonostante non sapesse guidare. In aula, nel processo per direttissima, ha patteggiato cinque mesi. La donna era stata fermata dalla mancata vittima delle sue attenzioni e poi dalla polizia. E’ successo a Ombriano, in una casa dove il proprietario sente un rumore e si affaccia alla finestra. Vede così il cancello elettrico della sua abitazione che si sta aprendo. Sorpreso, esce di casa e scopre che la sua auto, parcheggiata nel garage, è in moto e al posto di guida c’è qualcuno. Che sta cercando di portare all’esterno la vettura, ma non trova la retromarcia, tanto che invece di indietreggiare, l’auto si accosta sempre di più al muro. Visti vani i tentativi di trovare la retromarcia, la ladra, a quel punto, tenta la fuga, uscendo dal lato passeggero perché è finito con l’auto così vicino al muro che non riesce più ad aprire la portiera. Ma quando scende dalla vettura, la 48enne viene fermata dal proprietario. Lei riesce a divincolarsi, ma è nuovamente fermata dal proprietario dell’auto, aiutato da un suo vicino di casa e poi consegnata alla polizia. In commissariato la ladra viene identificata: ha molti precedenti e non ha fissa dimora.

Pgr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti