Commenta

Alloni: “No agli aumenti
Tutti in stazione”

Il consigliere regionale Agostino Alloni

CREMA – Va in scena l’Alloni furioso. Il consigliere regionale ha una dura presa di posizione alla notizia degli aumenti degli abbonamenti e dei biglietti dei treni, specie in virtù dei continui ritardi e disservizi (anche questa mattina) ai quali devono sottostare migliaia di pendolari che quotidianamente da Crema hanno bisogno del treno per raggiungere il luogo di lavoro. Ecco che cosa scrive il consigliere del Pd.

“Ancora una volta ci prendono in giro con la storia dell’ennesimo ritocco del prezzo degli abbonamenti ferroviari per un servizio che rimane drammaticamente inefficiente”. Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Agostino Alloni in merito alla delibera regionale del 9 gennaio scorso che prevede un aumento del 4% del costo dei ticket ferroviari dal prossimo 1° febbraio. “Da oggi – spiega – giorno in cui si può rinnovare l’abbonamento per il mese successivo, si dovrà pagare di media dai due euro in più per gli abbonamenti mensili ai 20 euro in più per quelli annuali. Una doppia beffa visto che anche oggi si sono verificati gli ennesimi disastri su diverse linee ferroviarie del sud Lombardia sistematicamente soggette a cancellazioni e pesanti ritardi. I pendolari sono stufi di un sistema che non funziona nel suo complesso – continua – se non è il treno che si ferma è il passaggio a livello che non si abbassa, se servono carrozze nuove si recuperano vecchi treni diesel che necessitano di essere riscaldati già dalle tre di notte per essere pronti per la prima corsa del mattino. Senza investimenti il servizio rimarrà sempre lo stesso, insufficiente e carente”. Domani mattina il consigliere Alloni prenderà parte a una manifestazione organizzata dal comitato pendolari per protestare con l’ulteriore aumento dei biglietti a fronte di un servizio ferroviario inadeguato. Appuntamento nella stazione di Crema dalle ore 7.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti