Commenta

Furto nella chiesa di S. Pietro
Carabinieri prendono i due ladri

In prima pagina, il capitano Gian Carlo Carraro, l’arciprete don Mario Marinoni e il comandante della stazione di Soncino, Paolo Rosin

Qui sopra, i calici recuperati

SONCINO – I carabinieri di Soncino hanno identificato due persone ritenute le autrice del furto di calici e pissidi avvenuto lo scorso 5 gennaio nella chiesa di S. Pietro Apostolo di Soncino, recuperando anche una parte di bottino, del valore di 15mila euro. I militari di Soncino, subito dopo la denuncia del furto, avevano ascoltato parecchie persone che risiedono nei pressi della chiesa, riuscendo a costruire un quadro completo della vicenda che portava verso una coppia di ambulanti che opera sui mercati locali vendendo oggetti di antiquariato. I due venivano convocati in caserma e lì interrogati e dopo qualche tempo confessavano di essere gli autori del furto nella chiesa soncinese. I due restituivano anche un calice e due pissidi, affermando di aver già piazzato sul mercato i tre calici mancanti a ricettatori stranieri. La merce recuperata, del valore di 15mila euro, è stata restituita all’arciprete don Mario Marinoni, parroco di Soncino. Per quanto riguarda i tre calici mancanti, le fotografie degli stessi sono in possesso dei carabinieri del Nucleo tutela del patrimonio artistico che c recherà di individuare gli acquirenti e rientrare in possesso dei preziosi calici.

Pgr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti