Ultim'ora
Commenta

Rifiuti secchi, esperimento ok
Piloni: “Obiettivo -30% raggiunto”

CREMA – Due mesi di sperimentazione in tre quartieri cittadini per il ritiro del rifiuto secco e soddisfazione dell’assessore Matteo Piloni per il risultati sin qui ottenuti. Le prime lusinghiere previsioni sono confermate dai numeri: il quantitativo di secco intercettato si è stabilizzato su un valore compreso tra kg. 3500 e kg. 4000 a settimana, pari al 70% della media settimanale  di secco intercettato negli otto mesi precedenti all’avvio della sperimentazione. Raggiunto quindi il traguardo del 30% in meno di rifiuti prodotti. Va anche segnalato che la presenza di sacchi diversi  da quelli arancio si è gradualmente ridotta fino a essere trascurabile alla quarta settimana (solo 2 – 3 sacchi). “Questo progetto ha due finalità – ricorda l’assessore – prevenire e ridurre la produzione del secco, cioè dei rifiuti non riciclabili, quelli per i quali è necessario lo smaltimento in discarica o al termo combustore e anche testare un sistema di misurazione puntuale, così da poter meglio identificare future azioni finalizzate all’introduzione della cosiddetta “tariffa puntuale” (ovvero la tariffa per la quale si paga in base a ciò che effettivamente si produce e che quindi è finalizzata a premiare i cittadini virtuosi)”. La sperimentazione durerà complessivamente sei mesi e il suo termine è fissato per giovedì 16 aprile 2015.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti