Cronaca
Commenta

Due incendi in un’ora
Pompieri a Romanengo e Vaiano

CREMASCO – Due incendi in un’ora e vigili del fuoco che hanno dovuto correre prima a Vaiano e poi, supportati dai colleghi di Lodi e Cremona, a Romanengo, dove avevano preso fuoco canna fumaria e tetto di una villa. Il primo intervento è stato richiesto poco dopo le 13 nella cascina Torchio di Vaiano. Lì alcune rotoballe ricoverate sotto una tettoia nei pressi della stalla, anch’essa all’aperto, hanno preso fuoco a causa di un corto circuito che ha innescato le fiamme. A d accorgersi del fuoco sono stati i proprietari che hanno subito chiamato i pompieri e poi hanno arginato il fuoco, impedendo che arrivasse alla stalla e agli animali, in atteso dell’arrivo dei vigili del fuoco. Così facendo, alle fine i danni sono stati limitati, poche centinaia di euro, perché né la struttura né la stalla hanno subito danni, mentre le sei rotoballe di stoppie andate a fuoco hanno poco valore.

Bemn diverso, invece, l’incendio che ha interessato una villa in via Respighi a Romanengo, dove a prendere fuoco è stato il tetto, surriscaldatosi a causa del camino mal coibentato e dotato di un impianto di ventilazione che ha contribuito ad alimentare le fiamme. L’allarme è stato dato intorno alle 14, mentre i pompieri di Crema erano a Vaiano. Sono così partite due squadre da Lodi e da Cremona, raggiunte sul posto, intorno alle 15, dall’autopompa di Crema. L’incendio è stato domato in poco tempo, ma c’è voluto del tempo per spegnere le braci formatesi nel sottotetto. Alla fine circa 40 metriquadri di tetto sono andati distrutti e i danni sono considerevoli, anche se l’abitazione non è stata dichiarata inagibile.

Pgr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti