Cronaca
Commenta

Caseggiato di sette piani
perquisito dai carabinieri

CASTELLEONE – E’ proprio di fianco alla stazione dei carabinieri di Castelleone, ha sette piani, 28 appartamenti, 80 residenti. Tutti stranieri provenienti nella stragrande maggioranza da Romania, Marocco, India. Ieri i carabinieri della città, coadiuvati da pattuglie di altre stazioni, hanno perquisito a fondo palazzo e inquilini, alla ricerca di eventuali persone o cose non consone alla legalità. Un lungo lavoro durato qualche ora che si è anche esteso alle auto di pertinenza delle varie famiglie. Alla fine del lavoro i carabinieri hanno trovato due persone romene pregiudicate che non avevano ragione di restare nel palazzo e lo hanno allontanate con un foglio di via.

Mentre a Castelleone si portava avanti questa impegnativa attività, una pattuglia del nucleo radiomobile intercettava un’auto a Rivolta. Controllando i documenti del guidatore e dei trasportati, i militari scoprivano che uno di loro era ricercato. Si tratta di un cittadino turco condannato a quattro mesi di reclusione perché una volta controllato mentre era alla guida della sua auto, aveva mostrato una patente che si era rivelata falsa. E il giudice lo aveva condannato a quattro mesi di prigione, senza sospendere la pena, per documenti falsi e guida senza patente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti