Commenta

Taba, 15 dipendenti
accettano il licenziamento

PANDINO – Se ne vanno in 15, mentre altri tre ci pensano ancora per qualche giorno. E’ la soluzione trovata, concordemente, alla ditta Taba di Pandino dopo mesi di tensioni, scioperi, fraintendimenti, litigi. “Oggi posso dire – dichiara la titolare Elena Sampellegrini – che finalmente abbiamo avuto una discussione serena con tutti. Con la Cgil e i dipendenti siamo arrivati a un licenziamento condiviso e per parte mia farò di tutto per informarmi presso clienti e amici dove c’è la possibilità di inserimento di forza lavoro e sollecitare l’assunzione dei miei ex dipendenti. Adesso possiamo affrontare le feste di Natale in serenità”. La titolare dell’azienda cosmetica di Pandino appare finalmente serena e distesa. I problemi con metà del personale erano cominciati prima dell’estate e la situazione si era fatta davvero molto pesante. Poi le prime schiarite erano arrivate a novembre e, infine, era stato raggiunto un accordo per mettere in mobilità 18 persone. Adesso siamo arrivati alla fine del percorso, con la firma del licenziamento per 15 dipendenti ai quali se ne dovrebbero aggiungere altri tre entro la metà di dicembre. “Queste persone possono usufruire della mobilità per i prossimi 24 mesi – chiude la Sampellegrini – e sono certa che troveranno altre collocazioni che daranno loro soddisfazione. Faccio loro tanti auguri perché possano continuare nel loro percorso lavorativo. Sono ragazzi ai quali voglio bene e per loro spero possano ottenere il meglio”.

Pgr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti