Commenta

Santanché: “Cremaschi, su la testa!”
No duro alla moschea

Il tavolo dei relatori con Daniela Santanché

CREMA – Sala gremita in comune per ascoltare Daniela Santanché, pasionaria di Silvio Berlusconi, accompagnata dal deputato cremasco Silvana Comaroli e dalla forzista Elena Centemero e invitata a Crema dal club Forza Silvio1 per discutere sul tema Islam a Crema:emigrazione o integrazione. Tema sul quale dibattere, l’Islam e la moschea (o musalla che dir si voglia). E davanti a tanti cremaschi la Santanché non si è smentita, prendendo l’argomento di petto e gridando il suo chiarissimo no alla concessione di un luogo di culto per i musulmani nel territorio cremasco. E lanciando anche un monito molto pesante: “Gente, riprendiamoci l’Italia prima che sia troppo tardi. Riaffermiamo i nostri diritti, non cediamo a falsi moralismi. Se andiamo avanti di questo passo non saremo più noi i padroni”. Parole che hanno suonato come dolci melodie per la Comaroli, Lega Nord, che ha anche lei ripercorso gli stessi temi e le stesse situazioni. Quindi, niente da fare per i luoghi di culto. A dar man forte alla Santanché e alle due parlamentari, il pubblico, che ha appoggiato le tesi della parlamentare, applaudendo con soddisfazione. In aula erano presenti anche alcuni musulmani e un paio di ragazzi hanno cercato di dire la loro in merito al tema in discussione. Le loro tesi non sono state accolte con considerazione e si sono vissuti attimi di tensione, poi superati. Presenti anche le forze dell’ordine che hanno contribuito al fatto di far mantenere la calma e condurre la discussione nei binari della civiltà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti