Commenta

Un funerale insieme
per le vittime di Vidolasco

I vigili del fuoco intervenuti sull’incidente a villa Stringa

BAGNOLO CREMASCO – Sono stati decisi per lunedì alle 14.30 le esequie di Gianbattista Lupo Stanghellini e Achille Grazioli, giardiniere e architetto vittime di un albero giovedì scorso a Vidolasco. I funerali si celebreranno nella chiesa parrocchiale del paese e i feretri arriveranno per l’ora d’inizio della cerimonia. A celebrare la mesta cerimonia sarà il parroco, don Mario Pavesi. Al termine si formerà un unico corteo che accompagnerà le due bare fino al cimitero. Lì Lupo Stanghellini sarà inumato accanto alla moglie, defunta tempo fa, mentre la salma dell’architetto partirà alla volta di Lodi per essere cremata. La tragedia che ha visto i due di Bagnolo soccombere è avvenuto giovedì nel primo pomeriggio intorno alle 15.30. Il giardiniere e l’architetto si stavano occupando di villa Stringa, antica dimora del celebre pittore cremasco situata nel comune di Vidolasco. Il giardiniere doveva sistemare il parco della villa, dove ci sono molti alberi. Aveva deciso di abbattere una vecchia quercia che sembrava piuttosto malandata. Al momento in cui la poiana è caduta al suolo, i due uomini erano al riparo di un altro albero, ma sono stati colpiti da due distinti rami della quercia che hanno  sfondato loro la testa, non lasciando alcuna possibilità di scampo. Sui cadaveri il magistrato ha ordinato l’autopsia che è stata eseguita sabato mattina. Quindi le salme sono state restituite alla famiglia. Ai funerali si prevede una larga partecipazione e ci sarà anche un rappresentanza del comune di Bagnolo, nella figura del sindaco Doriano Aiolfi, in quanto l’architetto Grazioli era un prezioso collaboratore e aveva curato numerosi progetti per il comune.

pgr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti